Konica Minolta CM-5, lo spettrofotometro compatto per la misura del colore

23 Febbraio 2021
CM-5

Il colore comunica freschezza, sapore e qualità. Rispetto alla varietà dei parametri, che richiedono un monitoraggio analitico e accurato in un laboratorio alimentare, il colore rappresenta, immediatamente, l‘indicatore apparente della qualità del prodotto stesso e merita quindi di essere misurato in modo oggettivo e ripetibile, partendo dalle materie prime, durante i processi di produzione, fino al prodotto finale.

Gli alimenti trasformati richiedono analisi accurate e un monitoraggio del cambiamento di colore in tutta la sua catena di produzione. Per valutare il colore e la sua stabilità è necessario monitorare il colore del prodotto durante tutta la sua shelf life.

 

La corretta misura strumentale del colore, oltre a garantire la coerenza per i prodotti esposti sugli scaffali, è dimostrato essere utile anche nella fase di analisi delle preferenze dei consumatori, per la ricerca, lo sviluppo e il miglioramento dei metodi di trasformazione.

Konica Minolta è un fornitore leader di soluzioni per la gestione del colore degli alimenti, ingredienti e delle bevande e offre strumenti per soddisfare le diverse applicazioni e esigenze, sia in campo, in laboratorio o in produzione.

Dalla comparsa del primo Chroma-Meter nei primi anni 80, Konica Minolta è stata una pioniera per gli strumenti portatili, per misure semplici, veloci e quindi adatte ad un utilizzo per il controllo del colore di routine nel settore degli alimenti e degli ingredienti. Oggi, Konica Minolta offre una vasta gamma di strumenti che consentono di misurare tutti i tipi di campioni, solidi, polveri, granuli, paste o sotto forma  di liquido.

 

Prossima generazione di Spettrofotometro: Konica Minolta CM-5

Il CM-5 recentemente lanciato da Konica Minolta segna una nuova generazione di strumenti, di misura del colore, per il laboratorio, che stabilisce nuovi standard in termini di flessibilità di applicazione e un concetto di design che facilita enormemente l’utente. “Il CM-5 è stato progettato e realizzato sulla base dell’esperienza e delle esigenze dei clienti nei settori: alimentare, farmaceutico e chimico. E’ stata tenuta in considerazione la grande varietà di campioni presenti in questi settori, ed è stato creato uno strumento flessibile e affidabile“, afferma il Direttore del Marketing Sig. Andreas Ullrich.

Con questo nuovo strumento, l’utente non avrà problemi a misurare il colore, in modo facile e veloce, di qualsiasi tipo e forma e di applicazione“. L’allineamento ottico orizzontale, permette infatti di posizionare facilmente, per la misura in riflettenza, campioni, solidi, polvere, granulare, pasta o liquida.

Nella progettazione del CM-5, una particolare attenzione è stata impostata per raggiungere la massima facilità d’uso, per misurazioni di routine quotidiana, evitando errori operativi dovuti all’utilizzo dello strumento da parte di molteplici utenti. Inoltre è possibile misurare prodotti anche trasparenti, liquidi o solidi.

Il risultato è uno spettrofotometro compatto, da banco, ben progettato “stand alone” in grado di effettuare accurate misurazioni del colore di qualsiasi i tipo di campioni. Il grande display a colori e il software presente, possono visualizzare i risultati in sette lingue, controllando tutte le funzioni in modo globale. Le misurazioni possono essere effettuate in modalità di riflettenza, per tutti i campioni solidi e non trasparenti, o in modalità di trasmissione, per i campioni trasparenti, liquidi o solidi.

 

VISITA L’AZIENDA “KONICA MINOLTA SENSING ITALY”

 

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Adifo Software

La nuova partnership tra BASF e Adifo Software per potenziare la sostenibilità dei mangimi

Integrando l'analisi di sostenibilità generata dal progetto di BASF con il software di formulazione...

Monografia

Monografia: metodi analitici nel settore enologico

L’analisi rapida e accurata di mosti e vini è essenziale per una razionale gestione del processo produttivo, a partire dalla...

economia circolare

L’economia circolare del cibo: la città come piattaforma virtuosa. Il caso di Milano

Grazie alla collaborazione con consorzi, imprese, università, il Comune di Milano ha sviluppato un modello di riciclo...

Share This