Notte della Ricerca 2020: “Progetto NET” con enti di ricerca e università

20 Agosto 2020
Progetto NET

La Notte Europea dei Ricercatori si arricchisce da quest’anno del nuovo progetto “NET” (scieNcE Together), con l’obiettivo di creare una rete attiva fra scienza, cultura e società.

La Notte è stato un appuntamento fisso dell’ultimo venerdì di settembre sin dal 2005; quest’anno, in via eccezionale a causa dell’emergenza COVID-19, si svolgerà venerdì 27 novembre, ma già da questa estate prenderanno il via gli eventi preparatori di NET che terranno alta l’attenzione fino ad allora.  Saranno i ricercatori, le istituzioni, il mondo delle associazioni, i protagonisti del mondo della cultura e dell’arte e tutti quegli attori che operano sul territorio che promuoveranno la scienza attraverso un’informazione semplice, diretta e coinvolgente ma, allo stesso tempo, rigorosa e autorevole, grazie a un partenariato scientifico d’eccellenza.

Al progetto NET aderiscono, infatti, dieci fra i più importanti enti pubblici di ricerca e università del nostro Paese: CNR (il capofila), ENEA, INAF, INGV, ISPRA, CINECA, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Sapienza Università di Roma, Università degli Studi della Tuscia, Università Telematica Internazionale UNINETTUNO.

L’idea del progetto NET è nata dall’esperienza di “ScienzaInsieme”, che da due anni vede numerosi enti di ricerca e università collaborare sui temi della divulgazione, formazione e informazione e che avevano già partecipato ad altre edizioni della Notte Europea dei Ricercatori.

La Notte è, infatti, un progetto finanziato da HORIZON 2020 con le azioni Marie Skłodowska-Curie e si svolge tutti gli anni in 400 città dell’Unione europea, coinvolgendo 1,6 milioni di visitatori, migliaia di ricercatori, centinaia di centri di ricerca, enti di ricerca, università, associazioni e numerosi altri soggetti impegnati nella divulgazione scientifica.

La Notte 2020 del progetto NET sarà anticipata da una serie di proposte, iniziate a fine luglio e che termineranno a settembre, che vedranno impegnati i nostri ricercatori su “Trekking scientifici” urbani e naturalistici e “Aperitivi scientifici”, “Notti di scienza” al Cinevillage di Parco Talenti, e proseguirà in autunno fino ad arrivare al 27 novembre 2020, con una ‘Notte digitale’ e non solo, dove verranno spiegati e mostrati i luoghi della scienza attraverso virtual tour, giochi, caccia al tesoro ed esperimenti, laboratori, conferenze e attività interattive.

 

Fonte: ENEA

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Pipette

Gilson Pipette Service, manutenzione di pipette di tutti i marchi e modelli

Gilson Italia vi offre la possibilità di verificare la funzionalità e lo status del vostro parco pipette, grazie ad un...

Robo Lab

Robo Lab, il primo laboratorio in Italia con robot collaborativi

Assolombarda, le Fondazioni Brigatti, Camerani e Pintaldi, Politecnico e i partner scientifici ABB e iMages, hanno...

monoclonali

Covid, al via in almeno 15 regioni le terapie con anticorpi monoclonali

Iniziata anche in Italia la cura con gli anticorpi monoclonali ma con tanti limiti: verrà data a pazienti con fattori...

Share This