Progetto METROFOOD coordinato da ENEA fra le eccellenze della ricerca europea

16 ottobre 2018
METROFOOD

Per la prima volta un’infrastruttura di ricerca a guida italiana è stata selezionata fra le eccellenze nel settore “Health&Food” della roadmap del Forum Strategico Europeo per le Infrastrutture di Ricerca

 

Si tratta di METROFOOD-RI, progetto a guida ENEA che coinvolge oltre 2.200 ricercatori di 48 tra le maggiori istituzioni di 18 Paesi europei impegnate nel campo della sicurezza alimentare, qualità, tracciabilità dei cibi e contrasto a sofisticazioni e contraffazioni.

Progetto METROFOOD-RIÈ quanto emerso in occasione del worskhop “A common good to meet EU research goals and improve food production and consumption”, organizzato dall’ENEA in collaborazione con i partner italiani CNR, CREA, FEM, ICQRF, IEO, INRIM, ISS e le Università di Brescia, Napoli Federico II, Parma e Udine, al quale hanno partecipato, Stefano Vaccari – capo dell’Ispettorato Centrale Repressione Frodi (ICQRF) del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali – Hans Arne Frøystein – presidente di EURAMET – Franz Ulberth – capo dell’Unità “Fraud Detection & Prevention” (EU – JRC Directorate F) – e rappresentanti di ESFRI, dei 18 Paesi[1] coinvolti in METROFOOD-RI, dei programmi di ricerca congiunti (JPI-HDHL, JPI-FACCE, PRIMA) e del settore produttivo quali EIT-food, FoodDrink Europe, SAFE Consortium, Milchprufring Bayern e.V. e CL.A.N.

 

 

Laboratorio METROFOOD “Si tratta di un risultato di rilievo a conferma dell’eccellenza della nostra ricerca in un settore strategico che necessita di risposte certe in materia di sicurezza, qualità, tracciabilità e autenticità degli alimenti e di misure affidabili in un contesto di armonizzazione delle procedure fra i diversi Paesi”, ha sottolineato il presidente dell’ENEA Federico Testa nell’aprire i lavori. “Le infrastrutture di ricerca giocano un ruolo chia

ve nel progresso scientifico e rivestono un’importanza strategica nel contesto della European Research Area”, ha aggiunto Testa.

Progetto METROFOOD-RI

 

“Il nostro obiettivo – ha dichiarato Viorel Vulturescu di ESFRI – è di costruire e collegare la prossima generazione di infrastrutture di ricerca nazionali e internazionali, oltre a sviluppare una dimensione globale di dati per una maggiore competitività scientifica nei settori energia, ambiente, salute e alimentazione, fisica e ingegneria, innovazione sociale e culturale e data computing”.

Laboratorio METROFOOD“L’obiettivo di METROFOOD–RI è fornire servizi a livello territoriale, agendo sul piano dell’affidabilità delle misure e dell’armonizzazione delle procedure, attraverso un approccio FAIR – cioè Findable, Accessible, Interoperable, Re-usable – nella gestione dei dati in modo da allineare ricerca e innovazione ai valori, ai bisogni e alle aspettative della società, in linea con i principi della Responsible Research and Innovation”, ha evid

enziato la ricercatrice ENEA Giovanna Zappa, che coordina METROFOOD-RI.

Al termine dell’evento è stata organizzata una sessione poster sull’articolazione dell’Infrastruttura di ricerca METROFOOD – RI e dei “nodi” dislocati nei vari Paesi membri.

 

Fonte: Enea

ARTICOLI CORRELATI

laboratorio

Un polo d’eccellenza alla Cereal Docks, realizzati i nuovi laboratori

l nuovo centro, che si trova a pochi passi dalla sede centrale di Camisano Vicentino, è progettato e realizzato da Labozeta Spa...

cannabis

Cannabis - dalla droga illegale alla panacea medica

RETSCH offre un’ampia gamma di mulini da laboratorio adatti ad una preparazione del campione efficiente, efficace e riproducibile, anche in caso di...

microplastiche

Non più solo nei cibi, le microplastiche ora trovate anche nell'uomo

Arriva il primo studio che conferma ufficialmente come le microplastiche rischino di invadere anche il corpo umano.

Pin It on Pinterest

Share This