Sicurezza alimentare: l’Università di Parma nel pool europeo di Metrofood

20 Dicembre 2019
Metrofood

Parma è tra i quattro Atenei italiani che partecipano alla costruzione dell’infrastruttura di ricerca europea nel campo della metrologia Health & Food

 

L’Università di Parma ha ricevuto un finanziamento per partecipare alla costruzione dell’infrastruttura di ricerca europea METROFOOD-RI. Il progetto METROFOOD-PP, a guida ENEA, coinvolge 48 tra le maggiori istituzioni di 18 paesi europei impegnate nel campo della sicurezza alimentare, qualità, tracciabilità degli alimenti e contrasto a sofisticazioni e contraffazioni. Il finanziamento è stato erogato dall’Unione Europea in risposta a un bando Horizon 2020.

 

Funzionale alla presentazione del progetto è la recente costituzione della Joint Research Unit METROFOOD-ITMetrologia nel campo degli alimenti e della nutrizione“, dedicata allo svolgimento di attività di ricerca e sviluppo nel settore delle infrastrutture di ricerca per Health & Food. Alla JRU hanno aderito 12 tra le maggiori istituzioni di ricerca sotto il coordinamento di ENEA, tra le quali Università di Brescia, Università di Napoli Federico II, Università di Parma e Università di Udine, Consiglio nazionale delle Ricerche (CNR), Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria (CREA), Fondazione Edmund Mach, Ispettorato Centrale Repressione Frodi (ICQRF), Istituto Europeo di Oncologia (IEO), Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRIM), Istituto Superiore di Sanità.

L’infrastruttura di ricerca JRU METROFOOD-IT è stata selezionata fra le eccellenze nel settore “Health&Food” della roadmap del Forum Strategico Europeo per le Infrastrutture di Ricerca (ESFRI – European Strategy Forum on Research Infrastructures).

Per l’Università di Parma il Principal Investigator del progetto sarà la Prof.ssa Maria Careri, docente di Chimica Analitica al Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale, in qualità di Rappresentante per l’Ateneo nell’infrastruttura JRU METROFOOD-IT.

Nel progetto METROFOOD-PPl’Università di Parma sarà impegnata nella costruzione dell’infrastruttura di ricerca europea su diversi aspetti: definizione della policy per la valutazione della performance scientifica di METROFOOD-RI anche con riferimento alle singole discipline rappresentate (chimica analitica, tossicologia degli alimenti, scienze agrarie, scienze della nutrizione); definizione della policy per la diffusione dei risultati delle attività poste in essere e di condivisione con gli stakeholders; definizione dell’architettura dell’infrastruttura fisica METROFOOD-RI per la parte metrologica e per quella degli alimenti; definizione della Carta dei Servizi di METROFOOD-RI.

L’obiettivo di METROFOOD–RI è fornire servizi a livello territoriale, agendo sul piano dell’affidabilità delle misure e dell’armonizzazione delle procedure, attraverso un approccio FAIR – Findable, Accessible, Interoperable, Re-usable –  nella gestione dei dati, in modo da allineare ricerca e innovazione ai valori, ai bisogni e alle aspettative della società, in linea con i principi della Responsible Research and Innovation.

 

Fonte: Ufficio Stampa Università di Parma

 

ARTICOLI CORRELATI

OpenFoodTox

Aumentano i dati sui pericoli chimici in alimenti e mangimi

L'EFSA ha aggiornato la sua banca dati OpenFoodTox, che ora comprende dati sulla tossicità di quasi 5000 sostanze chimiche

Cioccolato

Non sai resistere al cioccolato? Bruker FT-NIR per il controllo qualità nell'industria dolciaria

A causa dell'attuale prezzo elevato, i produttori di cioccolato richiedono un metodo efficiente, affidabile e rapido per il controllo del...

Bruker

Bruker Optics: soluzioni per l'industria alimentare

La spettroscopia a infrarossi è una tecnica consolidata e oggi un importante elemento di controllo della qualità nell'industria alimentare

Pin It on Pinterest

Share This