Automazione di laboratorio per applicazioni Liquid Handling

23 Giugno 2020
Liquid Handling

Nello scorso articolo abbiamo accennato ai tre campi applicativi su cui si focalizza il settore LifeTech Festo, ponendo particolare attenzione sull’ultimo:

• Automazione di laboratorio (meccatronica);
• Liquid Handling (controllo di liquidi);
Gas Handling (controllo gas medicali e ossigeno)

 

 

 

Oggi andremo ad analizzare i componenti di un sistema integrato, che vede protagoniste l’automazione di laboratorio e le soluzioni di Liquid Handling:

• portale 2D EXCM con controllore CMXH;
• slitta EGSC e controllore CMMO;
• sistema modulare VTOE per il dosaggio dei liquidi.

 

Portale EXCM con controllore CMXH

EXCM_CMXHIl portale 2D EXCM, dal design compatto, è ideale per applicazioni desktop da laboratorio.

Inoltre, grazie all’elevata flessibilità di configurazione permette di scegliere:

• la posizione dei motori;
• l’orientamento dei cavi;
• le corse di lavoro X e Y a step di 1 mm.

Inoltre, la cinematica parallela con guide a ricircolo consente il movimento di carichi elevati con elevata precisione di posizionamento.

Il controllore CMXH, oltre a supportare la funzione di sicurezza Safe Torque Off (STO), garantisce una messa in servizio facile e veloce ed è provvisto di:

• interfaccia I/O digitale;
• interfaccia CAN;
• Ethernet TCP/IP – Modbus;
• Pacchetto SW di configurazione FCT (Festo Configuration Tool).

 

Slitta elettrica EGSC con controllore CMMO-ST

EGSC_CMMOLe applicazioni verticali nei portali 3D vengono attuate dalla slitta elettrica EGSC, compatta e semplice da integrare con altri assi elettrici lineari.

Si tratta di una soluzione molto robusta e precisa grazie alla guida a ricircolo di sfere ed è disponibile in 4 taglie, con corse fino a mm 200.

Alla slitta è stato integrato il controllore CMMO-ST per motori passo-passo, con browser Web integrato per la configurazione e la diagnostica.

Si tratta di una soluzione completa, dotata di numerose funzioni:

• monitoraggio di diverse variabili di processo come coppia, velocità, posizione e tempo;
• connessione IO-Link, Modbus TCP o interfaccia I/O;
• logica di commutazione: PNP o NPN;
• Sicurezza: STO / cat. 3, PLd;
• Design compatto e ingobri ridotti.

In alternativa al controllore CMMO-ST è possibile sfruttare le potenzialità del nuovo CMMT-ST, dal design compatto e web server integrato. La soluzione pensata per comandare in modo semplice motori stepper e BLDC con Encoder BISS-C o incrementale.

 

Testa dosatrice VTOE: sistema modulare per il dosaggio di liquidi in applicazioni di Liquid Handling

VTOE_8Un processo chiave nell’automazione di laboratorio è l’erogazione di liquidi.

Per tale manipolazione è importante scegliere soluzioni affidabili e precise.

In combinazione con i sistemi handling Festo, sarà possibile creare una soluzione completa in grado di aumentare la produttività e semplificare il lavoro. Un chiaro esempio di come la tecnologia viene in aiuto in occasione di lavori ripetitivi in cui va garantita la massima precisione.

Particolare attenzione va quindi data alle valvole per liquidi VTOE, che consentono di configurare il sistema di dosaggio secondo le specifiche tecniche richieste. Inoltre è possibile scegliere il materiale della membrana e del corpo valvola per garantire la massima compatibilità con liquidi e chimici aggressivi.

Nel sistema handling mostrato in foto è presente la testa dosatrice VTOE-8 da 8 canali, che garantisce la massima precisione di erogazione e, grazie alle valvole media separated integrate, la compatibilità con una vasta gamma di fluidi.

A renderla una soluzione capace di rispondere alle esigenze dell’automazione di laboratorio ci sono tre ulteriori caratteristiche:

• la compatibilità con le micro-piastre;
• dosatura parallela di diversi liquidi e quantità di riempimento;
• controllo individuale di ogni singolo canale per assicurare la massima precisione.

 

Liquid Handling starter kit

Per le applicazioni di Liquid Handling nell’automazione di laboratorio, Festo ha pensato a uno starter kit che mira a semplificare e accelerare la configurazione di una nuova applicazione di dosaggio.

Lo starter kit consente di familiarizzare con la versatilità di un sistema di dosaggio con liquido a pressione controllata.
Il kit è quindi inizialmente destinato a test di valutazione e sviluppo di applicazioni in laboratorio, oppure come strumento di sviluppo di nuove macchine di serie per l’automazione di laboratorio.

Il dosaggio del liquido di precisione rende i sistemi di erogazione a pressione controllata ideali per:

• la diagnostica in vitro (IVD);
• lo screening ad alto rendimento;
• le applicazioni generali di ricerca nel campo delle scienze della vita;
• oppure essere utilizzati per una moltitudine di applicazioni industriali.

Tra i componenti, lo starter kit include il regolatore di pressione proporzionale dinamico VEAB.

Il regolatore di pressione può essere utilizzato per variare la pressione nel serbatoio del liquido.
L’aumento di pressione nel serbatoio permette di erogare il liquido attraverso l’ugello della valvola.

La quantità di liquido erogata può essere regolata in modo preciso utilizzando la pressione e il tempo di apertura della valvola come parametri.

Ciò consente di realizzare dosaggi di volumi compresi tra pochi nl a ml.

Le caratteristiche di pressione lineare e tempo di apertura consentono una facile regolazione della quantità di erogazione richiesta.

 

Cosa contiene lo starter kit?

Lo starter kit contiene tutti i componenti necessari per realizzare un sistema di dosaggio a pressione controllata. Gli unici requisiti aggiuntivi sono un’alimentazione ad aria compressa, un segnale di controllo della valvola e un’alimentazione a 24 V.

Contenuti:

• Istruzioni per l’uso;
• VTOE 1-1, testina dosatrice in policarbonato;
• VEAB, regolatore di pressione proporzionale piezoelettrico;
• Collettore con valvola di sicurezza;
• NEBU, cavo per VEAB;
• Tubo PFAN 3 mm, tubo resistente agli agenti chimici;
• Raccordi, anello di sicurezza ¼-28 e connettore push-in QSM;
• Bottiglia Schott Duran GL45 da 1 litro;
• Tappo GL45 per bottiglia.

Se sei interessato a mettere alla prova lo starter kit, puoi scrivere a: marketing-it@festo.com

 

Nel frattempo, ti invitiamo a scoprire l’elettrovalvola con separazione dei fluidi VYKA:

• Particolarmente compatta: larghezza 7 mm
• Isolamento dei fluidi affidabile
• Materiali nell’elenco FDA
• Per le applicazioni di dosaggio e a flusso continuo

Trovi la scheda dettagliata qui.

ARTICOLI CORRELATI

Gilead

L'innovazione digitale al servizio della lotta all'HIV: Gilead premia i progetti vincitori di DEVS FOR HEALTH

L'iniziativa, promossa dalla società biofarmaceutica, ha individuato due soluzioni in grado di migliorare la...

integrità dei dati

Le tue politiche di gestione dei dati supportano le norme GxP?

Comprendere le criticità della preparazione dei Master Data e di politiche comuni è molto importante e bisognerebbe...

automazione di laboratorio

Soluzioni Festo per automatizzare i processi di laboratorio in modo efficace e affidabile

L’asse lineare ELGC, grazie al suo design permette di essere integrato con molta semplicità in sistemi di trasporto dove...

Pin It on Pinterest

Share This