Maggiore sicurezza per lavorare in tutta comodità con le cappe chimiche Erlab

13 Maggio 2021
cappe chimiche

Le cappe chimiche a filtrazione Erlab garantiscono una qualità di filtrazione senza pari, assicurando un livello superiore di protezione dell’operatore rispetto a ogni altro apparecchio di filtrazione o estrazione.

Mediante il rilevamento di gas tossici alla fonte e il loro filtraggio con gli esclusivi filtri Erlab – i più potenti al mondo (da 10 a 1000 volte più efficaci di ogni altro filtro sul mercato) – le cappe a filtrazione emettono aria pura al 99,995%, all’interno e all’esterno.

 

 

La tecnologia Smart – una potente interfaccia di comunicazione luminosa – mantiene l’utente costantemente informato, in modo assolutamente intuitivo, sullo stato operativo della cappa a filtrazione con aggiornamenti sul livello di sicurezza.

Oltre a offrire un’eccellente protezione al personale del laboratorio e a tutti i dipendenti dell’azienda, le cappe chimiche Erlab offrono numerosi altri vantaggi.

 

Risparmio

Non vi sono costi di connessione alla rete aeraulica, né particolari costi di assemblaggio, e la gestione elettronica delle cappe grazie alla tecnologia Smart assicura una durata ottimale dei filtri.

Sicurezza

Posti sulla parte superiore della cappa a filtrazione, i filtri Erlab rilevano e assorbono le sostanze inquinanti prodotte durante l’utilizzo di sostanze chimiche. Grazie a 50 anni di ricerca, il dipartimento R&S di Erlab ha sviluppato i filtri per l’aria ed il carbone attivo più in commercio. Le cappe a filtrazione Erlab sono continuamente connesse e informano l’utente sullo stato operativo utilizzando un sistema luminoso intuitivo, assicurando tranquillità e comodità nell’ambiente di lavoro e permettendo una totale concentrazione sul lavoro di ricerca.

Prestazioni

Il metodo di filtrazione Erlab, completo ed ecocompatibile, rileva le esalazioni tossiche alla fonte, intrappolandole in un filtro a zero emissioni.

L’eccezionale prestazione a livello di filtrazione e contenimento dell’aria delle cappe chimiche Erlab è in linea con la norma AFNOR NF X15-211 (classe 1 e 2).

La versatile tecnologia Flex basata su filtri allineati verticalmente all’interno della colonna filtrante permette ai filtri a carbone di combinarsi con filtri HEPA o ULPA per far fronte a tutti i tuoi bisogni di protezione.

Semplicità

Concepite per adattarsi a qualsiasi spazio, le cappe chimiche a filtrazione Erlab, completate dalle colonne di filtrazione, si installano in maniera rapida e semplice. Non necessitano di condotti di scarico e di collegamenti se non all’alimentazione elettrica. Dotate di ruote, possono essere spostate molto facilmente e permettono di riconfigurare rapidamente i laboratori con l’evoluzione dei programmi di ricerca.

All’accensione, un unico pulsante centralizza le operazioni di ventilazione, illuminazione e intelligenza integrata, permettendoti di attivare la potenza della tecnologia Smart.

L’intuitivo sistema di sicurezza Smart ne assicura il corretto e continuo funzionamento. Una rapida occhiata informa l’utente sulla performance dei filtri, che possono essere sostituiti in pochi secondi.

Una barra luminosa sulla parte superiore della cappa indica il livello di protezione ottimale per l’operatore. Utilizzando vari indicatori luminosi e sonori, il dispositivo notifica lo stato delle operazioni in tempo reale grazie a indicatori semplici, chiari, efficaci e affidabili.

  • Tempo/Timer di utilizzo
  • Stato velocità dell’aria in facciata
  • Performance della filtrazione
  • Parametri della ventilazione

Connettività

Grazie alla connettività delle cappe a filtrazione Erlab è possibile monitorare a distanza uno o più dispositivi.

eGuard APP arricchisce l’esperienza dell’utilizzatore per il monitoraggio e il controllo a distanza dell’apparecchiatura. Permette di ricevere in tempo reale delle notifiche di sicurezza tramite cellulare, tablet o PC.

 

VAI ALLA SCHEDA DI “ERLAB”

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Acque

Perché riciclare l'acqua non basta per tutelare l'ambiente – L’attività di Padania Acque

PerkinElmer intervista Paolo Vicentini sul tema del monitoraggio degli impianti di trattamento delle acque...

ossigeno

I laghi sempre più poveri di ossigeno, a rischio la biodiversità

Le acque dei laghi stanno perdendo ossigeno, e molto piu' velocemente degli oceani: un fenomeno che sta avvenendo in tutto...

Micromar

La "Citizen Science" per monitorare le microplastiche nel mediterraneo

MicroMar, un progetto che vede la partecipazione del Politecnico di Torino, coinvolge cittadini e associazioni no-profit nella raccolta di campioni nel...

Share This