Review by Exception: l’obiettivo ultimo del laboratorio 4.0

5 Marzo 2019
Review by Exception

In un precedente articolo, abbiamo descritto l’evoluzione dei laboratori durante le quattro rivoluzioni industriali, nell’ultima delle quali macchine, dispositivi, sensori e persone si connettono, comunicano e guidano una produzione efficace. I principi della quarta rivoluzione sono l’interconnessione, la trasparenza di informazioni, l’assistenza tecnica, le decisioni decentralizzate.

I tecnici e gli analisti hanno la possibilità di connettersi e comunicare con i loro strumenti analitici, dispositivi e sensori. La cattura dei dati è automatica, controllata e conforme ai requisiti di integrità dei dati. L’interconnessione garantisce un livello tale di trasparenza da permettere ai manager di raccogliere enormi quantità di dati e informazioni in ogni punto e momento del ciclo di vita dei dati. I sistemi assistono i manager nell’analisi dei dati, aggregando e visualizzando le informazioni in modo completo, per prendere decisioni informate.

Al giorno d’oggi esistono le tecnologie adatte per poter mettere in pratica tutto questo. Ciò che manca ancora è la giusta forza trainante, necessaria affinché le persone riescano ad accettare i cambiamenti e accolgano il nuovo modo di lavorare con i processi digitalizzati.

Per qualsiasi azienda che punti ad una forte posizione competitiva nel proprio mercato di riferimento, la data ultima per il completamento dei propri progetti di trasformazione digitale è ormai arrivata. Ciò significa che queste aziende avrebbero già dovuto concordare e definire una strategia IT a lungo termine, stabilire obiettivi chiari e KPI mirati, consolidare l’utilizzo della business intelligence e avere una chiara comprensione del ciclo di vita completo dei dati.

I processi digitalizzati sono facilmente implementabili attraverso soluzioni informatiche dedicate. Tuttavia, il progetto digitale non termina semplicemente passando a processi che vedono l’utilizzo di meno supporti cartacei. Dietro questo concetto c’è molto più di un semplice significato ecologista: il controllo completo dei dati dal momento in cui vengono creati fino al momento in cui vengono archiviati. L’industria 4.0 richiede un accesso adeguato ai dati scientifici. L’automazione dei processi e l’interconnessione tra i sistemi, gli strumenti e le persone devono essere pianificati.

I manager trarrebbero beneficio da sistemi che prendono decisioni in autonomia e svolgono i loro compiti nel modo più indipendente possibile, dovendo intervenire solo nel caso di eccezioni, interferenze o obiettivi conflittuali.

Gli analisti trarrebbero vantaggio da sistemi che facilitano notifiche chiare in relazione a risultati non previsti anche prima di ricevere avvisi.

Se un laboratorio è in grado di focalizzare l’attenzione umana solo nella “review by exception“, significa che il Laboratorio 4.0 è nato.

 


NL42 CONSULTING è una giovane e dinamica società, con base a Milano e Madrid, creata da professionisti con decine di anni di esperienza nei laboratori R&D e QC.

ARTICOLI CORRELATI

Sanofi

Sanofi e Abbott lavorano a una piattaforma digitale a supporto dei malati di diabete

La partnership tra le due società porterà al lancio di un ecosistema digitale basato su una tecnologia innovativa

CN 802

CN 802 Analizzatore elementare Carbonio e Azoto

L'esclusivo CN 802 di VELP Scientifica garantisce risultati estremamente accurati di Carbonio e Azoto in pochi minuti per campione

Microsart®

Nuove rampe filtranti Microsart®: flessibilità assoluta per ogni esigenza nelle analisi microbiologiche

La nuova linea di rampe filtranti Microsart® sviluppata da Sartorius rappresenta una soluzione del tutto innovativa per facilitare le procedure...

Pin It on Pinterest

Share This