Un viaggio verso puntali per pipette più sostenibili

27 Luglio 2023
puntali

A 25 anni dal lancio del sistema di puntali per pipette TipOne®, scoprite come Starlab collabora con i suoi clienti per ridurre l’impatto della ricerca sull’ambiente.

 

Se visitate un laboratorio di scienze biologiche in Europa, è probabile che i ricercatori utilizzino i puntali monouso Starlab prodotti in Germania. Lanciata nel 1998, i puntali TipOne® la gamma di puntali per pipette ad attacco universale che ha rivoluzionato la manipolazione dei liquidi nei laboratori di scienze biologiche. In precedenza, i produttori di pipette producevano le proprie i puntali progettati per essere compatibili solo con le proprie pipette.

Poiché era (ed è tuttora) comune che i singoli laboratori dispongano di un insieme di pipette di marche diverse, l’incompatibilità dei puntali rappresentava un problema per ricercatori e tecnici che non solo faceva perdere tempo e denaro, ma soprattutto comprometteva l’accuratezza del pipettaggio.

Tutto questo è cambiato quando Starlab ha avuto la lungimiranza di sviluppare un’unica gamma di puntali per pipette completamente compatibili con le più comuni marche di pipette. Per la prima volta, i singoli laboratori hanno potuto acquistare puntali adatti a tutte le loro pipette, indipendentemente dal produttore. Il sistema è stato molto apprezzato dai clienti e oggi è ampiamente utilizzato nei laboratori di tutto il mondo, tra cui Regno Unito, Germania, Francia, Italia, Stati Uniti, India, Cina e Sudafrica. Starlab ha seguito il successo di TipOne® con altri prodotti innovativi per il laboratorio, tra cui le multiwell, le piastre petri e le fiasche per colture cellulari CytoOne® e la Workstation GuardOne®.

In questo articolo di SelectScience® parliamo con Klaus Ambos, Presidente e CEO di Starlab Group, dell’impatto che Starlab ha avuto sulla comunità scientifica negli ultimi 25 anni e del lavoro che l’azienda sta facendo per diventare più sostenibile.

 

Gettare le fondamenta

“L’ampia adozione del sistema TipOne® testimonia la sua affidabilità”, afferma Ambos. “Fornendo una soluzione coerente ed efficiente, ha contribuito a snellire i processi di laboratorio, a far risparmiare tempo prezioso e a migliorare l’accuratezza del pipettaggio. Oggi continua a soddisfare le esigenze dei laboratori e contribuisce al progresso e al successo di innumerevoli esperimenti e scoperte scientifiche”.

Più in generale, Ambos considera il 25° anniversario del sistema di puntali per pipette di Starlab come una pietra miliare nel percorso dell’azienda verso il miglioramento delle scienze biologiche. “TipOne® è stata un’ottima base per costruire Starlab come marchio di soluzioni innovative per la ricerca e l’analisi, e oggi siamo considerati un partner affidabile e innovativo per aiutare i laboratori a lavorare in modo più efficiente e sostenibile, afferma.

“Ogni prodotto rilasciato da allora ci fa progredire. Non si tratta solo di diversi tipi di materiali di consumo per il laboratorio, come provette, piastre e così via. Si tratta anche di attrezzature da laboratorio, come ad esempio la Workstation GuardOne e la Minicentrifuga Starlab. Fornendo queste soluzioni innovative, abbiamo permesso ai ricercatori di fare progressi nei loro rispettivi campi e di raggiungere nuovi traguardi scientifici”.

Il sistema di puntali per pipette TipOne® di Starlab è riutilizzabile, ricaricabile e riciclabile

Starlab è orgogliosa di essere una piccola azienda che lavora a stretto contatto con i propri clienti per sviluppare tecnologie all’avanguardia. “La nostra è una vendita diretta, quindi abbiamo un contatto molto stretto con i nostri clienti, il che ci permette di collaborare con i tecnici di laboratorio e le strutture di ricerca per comprendere l’evoluzione delle loro esigenze e dei loro requisiti”, afferma Ambos. “Siamo sempre molto desiderosi di ascoltare e imparare”.

L’azienda continua a espandere la propria presenza in tutto il mondo, sia nei Paesi in cui ha le proprie filiali, come Germania, Regno Unito,Francia e Italia, sia in altri Paesi con l’aiuto di partner minori. Ambos è focalizzato su queste partnership. “Significhiamo qualcosa per i nostri partner più piccoli”, afferma. “Non ci aggiungono solo come “un altro marchio” al loro carrello, perché abbiamo un rapporto molto stretto”.

 

Ridurre, Riutilizzare e Riciclare

Starlab ha a cuore la sostenibilità e ha intrapreso un viaggio con i suoi clienti per sviluppare prodotti e processi che aiutino a ridurre l’impatto della ricerca sulle scienze della vita sull’ambiente. La riduzione dei rifiuti in plastica è una priorità. Ambos spiega: “Come tutti sappiamo, i rifiuti di plastica sono ovunque. Dobbiamo quindi assicurarci che il nostro settore abbia una buona risposta alle tre R: Ridurre, Riutilizzare e Riciclare“.

“il nostro marketing si impegna a mostrare ai clienti come possono ridurre i rifiuti quando usano i nostri prodotti, ma anche per altre attività che si possono fare in laboratorio, spegnendo luci e stampanti e così via. Cerchiamo anche di sensibilizzare i nostri clienti sul fatto che è responsabilità di tutti ridurre i rifiuti, non solo i produttori dei prodotti di laboratorio.”

TipOne® è stato progettato fin dall’inizio per ridurre l’uso di plastica monouso nella manipolazione dei liquidi. È stato il primo sistema sul mercato a fornire un sistema di ricarica facile da usare, utilizzando rack riutilizzabili, e praticamente tutti i componenti del sistema sono realizzati con materiali riciclabili.

Una pietra miliare nel suo percorso di sostenibilità è arrivata nel 2014, quando Starlab ha lanciato un sistema di refill sterile per TipOne® per ridurre ulteriormente l’uso della plastica. “È un’alternativa economica ed ecologica ai puntali sterili in rack”, afferma Ambos. “Permette di risparmiare fino al 63% di plastica rispetto all’equivalente in rack e, oltre a ridurre i rifiuti, consente un risparmio di spazio fino al 20% e, riducendo il volume di plastica in giro per il mondo, riduce anche il consumo di carburante”.

E non si sono fermati qui. Starlab ha anche riprogettato l’intero sistema TipOne® per ridurre significativamente il polipropilene consumato in l’imballaggio, oltre a garantire un risparmio di plastica fino al 40% sui nuovi puntali rispetto agli equivalenti più vecchi. “Nei primi cinque anni abbiamo risparmiato circa 515 tonnellate di plastica. Non sembra molto, ma, considerando quanto sono sottili e leggeri i puntali lo è davvero”.

L’azienda sta facendo progressi anche sul fronte del riciclaggio. Da oltre un decennio, l’azienda gestisce un servizio gratuito per molti dei suoi clienti in cui raccoglie i componenti degli imballaggi TipOne® e trasforma il materiale in polipropilene grezzo. La visione finale dell’azienda è quella di sviluppare un sistema a ciclo chiuso in cui il polipropilene grezzo venga riciclato in nuovi prodotti Starlab. Ambos spiega: “Abbiamo intrapreso questo viaggio perché il polipropilene che utilizziamo per i nostri prodotti è di elevata purezza e ci sembra uno spreco riciclarlo in sacchetti, vassoi o altri prodotti che si possono realizzare con la plastica standard”.

Il perfezionamento del sistema di riciclaggio dei rack TipOne® è un primo passo fondamentale per chiudere il cerchio. “Se non si ricicla il polipropilene in modo corretto, non sarà possibile utilizzarlo per produrre nuovi prodotti di elevata purezza”, spiega Ambos. “Non ci siamo ancora arrivati, ma stiamo facendo grandi progressi“.

Ambos riconosce che la strada da percorrere per la missione di sostenibilità di Starlab è ancora lunga. “Non dico che siamo “green”, perché per poterlo dire davvero dovremmo aver sviluppato soluzioni che sostituiscono totalmente le plastiche derivate dal petrolio, essere neutrali dal punto di vista delle emissioni di anidride carbonica e aver trovato il modo di allontanarci dalla catena di approvvigionamento globale”, afferma Ambos. “Ma abbiamo intrapreso il viaggio per diventare più sostenibili, e questo sarà ancora più importante negli anni a venire”.

 

Il futuro

In futuro, Starlab si impegna a continuare a costruire partendo dal successo di TipOne® a sostegno della ricerca nel campo delle scienze biologiche.

“Offrendo tecnologie all’avanguardia, ampliando il nostro portafoglio prodotti e rimanendo sostenitori del progresso scientifico, miriamo a potenziare le scoperte rivoluzionarie di ricercatori e strutture di tutto il mondo”, afferma Ambos. “Insieme ai nostri partner e ai nostri clienti, vogliamo anche spingerci un po’ oltre i confini e contribuire positivamente alla società nel suo complesso.

 

Un modo in cui Ambos ritiene che Starlab possa contribuire è quello di aiutare a ispirare i giovani a intraprendere una carriera nel settore delle scienze della vita. Il settore sta attualmente affrontando una carenza di manodopera, con molte organizzazioni in Europa che faticano a trovare candidati adatti a coprire i posti di lavoro vacanti. Starlab si sta impegnando attivamente con giovani ricercatori, giornalisti e altre aziende per cercare di trovare nuovi modi per rendere più attraente il lavoro nelle scienze biologiche.

Ambos afferma: “Qui a Starlab crediamo davvero di poter fare un ottimo lavoro nel sostenere e far evolvere la ricerca verso il futuro.

 

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Olon acquisisce GTP Bioways

Olon annuncia l'acquisizione del Gruppo GTP Bioways

L'integrazione consente a Olon Biotech di ampliare e diversificare la propria offerta tecnologica, supportando ogni fase del ciclo di vita,...

ePrep one

ePrep e Agilent: partnership per la distribuzione della workstation di preparazione dei campioni cromatografici

ePrep ONE è una stazione unica nel suo genere che utilizza siringhe analitiche, anziché pipette, per garantire un'affidabilità e una...

OQLAB

Convalida dei metodi e stima dell'incertezza di misura

La piattaforma OQLAB attraverso un’interfaccia semplice ed intuitiva rende semplici tutte quelle operazioni che i laboratori eseguono con l’uso di...

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 60 Editrice Industriale è associata a:
Anes
Assolombarda

LabWorld

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 59

Se vuoi diventare nostro inserzionista, dai un’occhiata ai nostri servizi.
Scarica il mediakit per maggiori dettagli in merito.

La nostra certificazione CSST WebAuditing

Editrice Industriale è associata a:Anes  Assolombarda