Il 2018 Best in KLAS Awards ha premiato il Vue Motion di Carestream

9 febbraio 2018
Carestream Vue Motion

Ottimi risultati anche per il PACS: oltre il 90% degli utenti lo riacquisterebbe

 

KLAS si è sempre contraddistinta per la misurazione accurata e imparziale delle prestazioni dei diversi fornitori e il report del 2018, in particolare, ha evidenziato come elemento determinante di Carestream la tecnologia avanzata e innovativa, combinata alla facilità d’uso delle interfacce e all’elevato grado di soddisfazione di tutti gli utilizzatori.

Grazie ad un punteggio di 89 su 100, l’edizione 2018 del Best in KLAS ha eletto il Carestream Vue Motion leader di categoria all’interno del segmento Universal Viewer nel report 2018 Best in KLAS Software & Services.

Il Vue Motion è una soluzione che permette ai medici di accedere agli esami e alle immagini diagnostiche dei propri pazienti, per confrontarle e vedere in tempo reale quelle già refertate.

Grazie alla condivisione in rete, infatti, gli operatori sanitari possono anche decidere di condividerle con i medici specialistici e, così, ottimizzare le tempistiche di consultazione e le eventuali valutazioni, soprattutto per quanto riguarda le patologie più gravi. Gli stessi pazienti possono ricevere notifiche dei loro esami grazie al portale “pazienti”, se integrato con il Vue Motion. L’Universal viewer Carestream, parte integrante della Clinical Collaboration Platform, garantisce la massima sicurezza e flessibilità richiesta dai dipartimenti IT delle strutture sanitarie.

“La soddisfazione degli operatori sanitari, che hanno contribuito alla rilevazione e che ogni giorno operano presso cliniche e ospedali, rappresenta uno stimolo costante per la continua evoluzione della nostra piattaforma e dei servizi che offriamo” afferma Michele Ferrarese, amministratore delegato di Carestream Italia, “È la prova del nostro impegno per aiutare i professionisti della sanità a migliorare la collaborazione e aumentare i livelli di assistenza ai pazienti”.

Un ottimo risultato è stato raggiunto anche dalla soluzione PACS di Carestream, che è stato valutato tra i top player nel report di KLAS PACS 2018 con eccellenti punteggi da parte di ospedali di tutte le dimensioni. Oltre il 90% degli intervistati, infatti, è disposto a riacquistarlo e a investire a lungo termine in Carestream.

Prosegue Ferrarese “Nel nostro continuo impegno nello sviluppo di soluzioni IT dedicate ai nostri clienti, il primo trimestre del 2018 vedrà alla luce il Radiology Workflow Orchestrator, un modulo della Clinical Collaboration Platform che permetterà ai radiologi di refertare gli esami secondo la priorità d’urgenza e la propria specializzazione”.

Grazie al Workflow Orchestrator i medici dei dipartimenti di radiologia trarranno un concreto beneficio dalla sua capacità di instradare l’esame verso la più rapida refertazione, garantendo un bilanciamento misurabile del carico di lavoro.

Fonte Carestream

ARTICOLI CORRELATI

microcosmo

ENEA simulatore smart per coltivare piante nello spazio

ENEA ha brevettato e realizzato presso il Centro Ricerche di Portici il primo “microcosmo” per la coltivazione al chiuso e...

openzone

Partiti i lavori per l'ampliamento di OpenZone

Sono iniziati a Bresso i lavori per l'ampliamento di OpenZone, il campus privato dedicato alle Scienze della Vita creato da...

gsk

GSK: 30 milioni di euro per un nuovo impianto produttivo a Parma

GSK rende noto l'investimento di 30 milioni di euro nel suo sito produttivo di Parma per la produzione di un nuovo ...

Pin It on Pinterest

Share This