Agitatore magnetico riscaldante PCE-MSR 350: per volumi fino a 10l, a 2200 rpm, 230° C, in soli 2,2Kg

25 Marzo 2019
agitatore

L’Agitatore magnetico è uno strumento che consente di mescolare efficacemente un solvente e uno o più soluti senza dover ricorrere all’ausilio di aste e agitatori esterni.

Disponibile in varie versioni, da quelle destinate alle operazioni di tutti i giorni fino al blocco di reazione di alta gamma utilizzato nei laboratori chimici, l’Agitatore magnetico è, quindi, molto utile nei laboratori, nella ricerca e sviluppo, e nel controllo di qualità.

Grazie al design compatto e robusto, dovuto alla presenza di componenti non soggette a usura, l’Agitatore magnetico non necessita di manutenzione, prestandosi a un impiego continuo, anche nelle condizioni più esigenti.

Il suo funzionamento si basa sulla rotazione di un’ancoretta magnetica situata sul fondo di un contenitore su cui agisce un campo magnetico. L’efficacia della miscelazione viene determinata dalla dimensione e dalla forma dell’ancoretta, a parità di velocità di agitazione, solitamente regolata tramite un microprocessore a impulsi, che consente di ottenere un’ottima progressione della velocità.

Solitamente gli agitatori magnetici sono anche dotati di una resistenza elettrica posta sotto il piano d’appoggio, che conferisce loro un certo livello di riscaldamento, contribuendo all’efficacia della miscela.

Tra i modelli in commercio, l’Agitatore magnetico riscaldante PCE-MSR 350 offre una velocità di agitazione regolabile fino a 2200 rpm, timer per stop automatico, una capacità fino a 10 litri e la dotazione di una piastra riscaldante che consente di portare le sostanze contenute a una temperatura fino a 230 C.

Lo strumento è altresì dotato del sensore di temperatura PT1000, montato sul supporto dell’agitatore magnetico, che consente di misurare con precisione la temperatura delle sostanze contenute nell’agitatore. Temperatura che, insieme alla velocità di agitazione, è facilmente impostabile dai tasti sul pannello frontale dell’agitatore. La presenza di due display distinti su cui vengono visualizzati tali valori consente infine all’utente di avere pieno controllo sulla miscelazione durante l’intero processo.

PCE-MSR 350 dispone anche di una funzione impulso, grazie alla quale l’operatore può impostare un periodo definito di agitazione, che, onde evitare schizzi e fuoriuscite di liquido, viene avviata in modo lento fino al graduale raggiungimento della velocità stabilita.

L’agitatore magnetico riscaldante PCE-MSR 350 si contraddistingue, quindi, per il funzionamento semplice, silenzioso e senza usura, la possibilità di impostare lo stop automatico alla miscela e di stabilire un punto di agitazione singolo, indipendente. Grazie alle funzioni timer e impulso, infine, PCE-MSR 350 consente di regolare la velocità di agitazione da 200 ai 2200 rpm e di portare la miscela fino a una temperatura di 230 °C. Il tutto in circa 2,2 Kg di peso.

Acquistabile anche online, l’agitatore magnetico riscaldante PCE-MSR 350 sarà recapitato direttamente al Vostro domicilio/presso la Vostra Azienda, corredato da un’ancoretta magnetica rivestita in PTFE da 25 x 8 mm, un sensore di temperatura PT1000, un supporto per sensore di temperatura, apposito cavo di alimentazione e manuale d’uso.

 

Maggiori informazioni sugli agitatori magnetici PCE qui.

Specifiche tecniche di PCE-MSR 350 qui.

 

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Azionamenti

Gli azionamenti Faulhaber per dispositivi di analisi

Spesso è necessario conoscere il risultato di un esame il più rapidamente possibile, anche quando non si tratta di un...

Dimmi cosa pensi di Data Integrity e ti dirò chi sei

Da un recente articolo di Ympronta: molte aziende del settore farmaceutico vedono nella normativa di Data Integrity solo un obbligo...

Cover

SARS-COV-2, sicurezza nei laboratori e monitoraggio della catena del freddo nel prossimo talk B2Better

Si terrà mercoledì 14 aprile alle ore 16.00 il prossimo appuntamento con il talk B2Better che sarà dedicato alla...

Share This