analytica: per la prima volta in versione puramente digitale

19 Ottobre 2020
analytica

Dal 19 al 23 ottobre, 268 espositori presenteranno le loro ultime novità attraverso stand virtuali e 200 webinar

 

Per la prima volta nella sua storia di oltre cinquant’anni di successi,  analytica si svolgerà in forma puramente digitale.

Quest’anno, nessun altro appuntamento offre una panoramica così completa degli ultimi sviluppi in materia di analisi, biotecnologia e tecnologia di laboratorio. 268 espositori presenteranno le loro innovazioni di prodotto e i loro servizi grazie a stand virtuali e in un totale di 200 webinar. 

Inoltre, ci saranno numerosi eventi già testati e sperimentati online che sono stati trasferiti nel cyberspazio. Tra questi vi sono l’evento speciale “Digital Transformation” e la conferenza analytica. Analytica virtual sarà disponibile 24 ore su 24 per il pubblico internazionale. I visitatori potranno partecipare gratuitamente.

Anche in forma virtuale analytica offrirà, ancora una volta, la piattaforma centrale per le aziende nei settori dell’analisi, delle biotecnologie e della tecnologia di laboratorio. In Germania, questo settore sta registrando nel complesso perdite economiche nettamente inferiori a causa della pandemia di coronavirus rispetto ad altri settori dell’economia e, in alcuni settori, anche un aumento delle vendite. Ciò è confermato dai dati di mercato presentati ad analytica dall’associazione industriale tedesca SPECTARIS e dall’Associazione tedesca dell’industria diagnostica (VDGH).

Secondo una recente indagine SEPCTARIS, i circa 330 produttori tedeschi di tecnologia analitica, bioanalitica e di laboratorio dovrebbero generare quest’anno un fatturato di circa nove miliardi di euro, di cui quasi cinque miliardi dall’estero. Si tratterebbe di un calo delle vendite del quattro per cento, che nelle esportazioni potrebbe addirittura arrivare al cinque per cento. “Per rimettere in moto il motore delle esportazioni in questi tempi difficili, il commercio internazionale e gli scambi devono essere ulteriormente rafforzati e le tendenze all’isolamento nazionale devono essere contrastate. Anche qui i formati digitali sono utili”, sottolinea Mathis Kuchejda, presidente dell’Associazione SPECTARIS per l’analisi, la biotecnologia e la tecnologia di laboratorio.

La versione virtuale di analytica, organizzata da Messe München, in collaborazione con il suo partner LUMITOS sostituirà completamente la fiera di presenza di quest’anno. “analytica virtual è di gran lunga la più grande fiera virtuale per l’analisi, la tecnologia di laboratorio e la biotecnologia mai organizzata. 268 espositori provenienti da 24 paesi presenteranno le loro innovazioni a un pubblico internazionale ad analytica virtual. Il grande interesse da parte degli espositori è la prova della fiducia che il settore ripone in noi e nel nostro concetto digitale“, afferma il Dr. Reinhard Pfeiffer, Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione della Fiera di Monaco di Baviera. Oltre a giganti del settore come Agilent, Eppendorf, Merck, Olympus, Shimadzu e Thermo Fisher, anche 17 start-up hanno confermato la loro partecipazione.

I visitatori avranno quasi tutte le possibilità del tour fieristico convenzionale, combinato con l’indipendenza temporale e spaziale. Sarà possibile saltare da uno stand virtuale all’altro e ricevere una panoramica completa del mercato in brevissimo tempo grazie alle presentazioni digitali dei prodotti. Le opzioni di filtro faciliteranno l’organizzazione nella fase di preparazione; la comunicazione con gli espositori avverrà tramite chat testuale, audio o video. Inoltre, i visitatori potranno partecipare a 200 webinar organizzati dagli espositori.

La conferenza analytica offrirà 119 presentazioni specialistiche che collegheranno scienza e applicazione – questa volta sotto forma di webinar. L’evento è organizzato dalla Società chimica tedesca (Gesellschaft Deutscher Chemiker, GDCh), dalla Società per la biochimica e la biologia molecolare (Gesellschaft für Biochemie und Molekularbiologie, GBM) e dalla Società per la chimica clinica e la medicina di laboratorio (Deutsche Gesellschaft für Klinische Chemie und Laboratoriumsmedizin, DGKL).

L’evento “Digital Transformation” presenterà otto esclusivi flussi di lavoro di laboratorio digitalizzati in dimostrazioni video.

La partecipazione ad analytica virtual 2020 è gratuita. Dopo l’avvenuta registrazione, la piattaforma dell’evento sarà accessibile 24 ore su 24. Molti appuntamenti del programma saranno ripetuti in vari momenti per facilitare la partecipazione del pubblico internazionale.

Informazioni dettagliate sul programma e il link al modulo di registrazione sono disponibili online all’indirizzo: www.analytica-virtual.com/en/

Il laboratorio è una delle interfacce più importanti, dove si incontrano i due settori della diagnostica in vitro (IVD) e della ricerca nel campo delle scienze della vita (LSR). Questo non era mai stato così chiaro come è diventato nel corso dell’attuale pandemia da coronavirus”, dice il Dr. Peter Quick, membro del consiglio di amministrazione dell’Associazione Tedesca dell’Industria Diagnostica (VDGH) e Presidente del Dipartimento di Ricerca sulle Scienze della Vita del VDGH. “Tuttavia, i due mercati stanno registrando sviluppi diversi“.

L’anno 2019 ha avuto un corso piuttosto deludente per entrambi i settori – nell’industria IVD c’è stato un calo dello 0,4%, nell’LSR un aumento di appena l’1,6%. Durante lo scoppio della pandemia, è diventato evidente quanto le industrie IVD e LSR siano strettamente interconnesse. Già nel primo semestre del 2020, le aziende di entrambi i settori hanno sfruttato tutte le loro energie per l’identificazione, l’isolamento, la purificazione e il rilevamento del virus SARS-CoV-2, cosicché già nella prima metà del 2020, nel mercato dei RSI si è registrata una crescita delle vendite del 12,5%; nel campo dell’IVD, la crescita risultante dai test di laboratorio necessari per controllare la pandemia sta anche cominciando a compensare in modo eccessivo il calo dei test di routine. Le innovazioni nella diagnostica COVID-19 domineranno la seconda metà del 2020, ad esempio i test dell’antigene in IVD, mentre le aziende LSR sosterranno la ricerca di base, i vaccini e lo sviluppo di farmaci con tutte le loro tecnologie.

Anche i dati di mercato dell’Associazione tedesca dell’industria dell’ottica, della fotonica, dell’analitica e della tecnologia medica SPECTARIS mostrano che il calo generale del fatturato del settore, sia nel commercio interno che nelle esportazioni, deve essere visto in modo più differenziato: In questo anno dominato dal coronavirus, la domanda è stata particolarmente alta per i beni di consumo e le attrezzature per la diagnostica dei virus, i kit di test, gli sterilizzatori, la tecnologia e le attrezzature di laboratorio per l’analisi delle cellule e la ricerca farmaceutica. Al contrario, è diminuita la domanda dei beni strumentali per l’industria chimica, compresi i settori petrolifero, del gas e petrolchimico, e per il settore automobilistico. ©

ARTICOLI CORRELATI

Festo

Liquid Handling starter kit di Festo

I sistemi di dispensazione a pressione controllata vengono utilizzati ovunque siano richiesti precisione, produttività e affidabilità. Festo offre a chi...

Milano Life Sciences

Al via il 27 novembre la terza edizione di Milano Life Sciences Forum

Nella sua terza edizione, il Milano Life Sciences Forum si trasforma in un evento digitale di tre giorni in diretta...

agitatori

OHAUS lancia la nuova linea di agitatori sospesi ad alta potenza

Achiever è la più recente di una linea in crescita di attrezzature da laboratorio OHAUS che comprende anche agitatori, miscelatori...

Pin It on Pinterest

Share This