Coronavirus, vaccino più vicino: iniziato l’iter di approvazione per Oxford e AstraZeneca

2 Ottobre 2020
AstraZeneca

L’Agenzia europea del farmaco ha dato il via libera al primo passo dell’iter di approvazione del vaccino anti-Covid

 

Buone notizie da Bruxelles in merito al vaccino anti-Covid. L’Agenzia Europea del Farmaco ha dato il via libera al primo passo dell’iter di approvazione del vaccino anti-Covid.
Si tratta dell’inizio della cosiddetta “rolling review”, cioè valutazione continua, per accelerare i tempi sul candidato vaccino anti-Covid sviluppato da AstraZeneca in collaborazione con l’Università di Oxford. Dopo lo stop di qualche settimana fa, è il primo candidato vaccino ad arrivare a questa fase.

 

Cos’è la rolling review del vaccino

Mentre il ministro della Salute Speranza assicura che il vaccino arriverà entro fine anno, il Comitato per i farmaci ad uso umano (Chmp) ha cominciato ad analizzare il primo set di dati sul vaccino AZD1222, che arrivano però dagli studi di laboratorio, e non sull’uomo.

La decisione del Chmp si basa sui risultati preliminari degli studi preclinici e di fase 1, da cui emerge che il vaccino metà italiano e metà inglese è in grado di innescare la risposta immunitaria, con la produzione di anticorpi e cellule T capaci di colpire il virus.

Sono in corso i trial clinici su migliaia di persone e, via via che arriveranno i dati, saranno esaminati nelle successive fasi di revisione continua. La procedura continuerà finché non ci saranno evidenze scientifiche sufficienti per una formale richiesta di autorizzazione alla commercializzazione del vaccino.

Un iter comunque rapido, più breve rispetto alla norma, com’è stato per il primo medicinale specificamente approvato per Covid-19, il Remdesivir.

AstraZeneca intanto assicura che fornirà all’Ema l’accesso ai dati sul candidato vaccino non appena disponibili, per far sì che il processo di revisione dell’Agenzia possa essere quanto più possibile tempestivo possibile.

 

Il vaccino di Sanofi ad Anagni

Intanto, la multinazionale Sanofi di Anagni, in provincia di Frosinone, nel Lazio, ha inaugurato le linee di produzione del vaccino anti-Covid che sta sviluppando insieme al colosso farmaceutico Gsk, ma ancora in fase di sperimentazione.

L’hub italiano, insieme a Francia e Germania, sarà uno dei quattro impegnati nella produzione e nella realizzazione delle dosi vaccino anti-Coronavirus. ©

ARTICOLI CORRELATI

Fiera

La gestione delle fiere B2B nell’era del covid. Le opinioni dei professionisti del settore.

IndustryChemistry e LabWorld hanno chiesto l’opinione di diversi esponenti dell’industria fieristica italiana e...

mascherine

Le mascherine di protezione FFP: quali sono e a cosa servono

Con l’epidemia di Coronavirus in atto si è parlato tanto di mascherine di protezione e di quali sarebbero le uniche...

p&G

Procter & Gamble acquisisce i farmaci da banco di Merck KGaA

La Procter & Gamble Company ha annunciato l’accordo per l'acquisizione delle attività Consumer Health della tedesca Merck per un prezzo...

Pin It on Pinterest

Share This