A lezione dai migliori scienziati: torna Amgen Scholars

10 Gennaio 2020
Amgen Scholars

C’è tempo fino al 3 febbraio  per candidarsi alla nuova edizione di Amgen Scholars, il programma di Fondazione Amgen che permette agli studenti più meritevoli delle facoltà medico-scientifiche di lavorare per due mesi estivi su progetti in ambito biomedico e biotecnologico presso gli istituti di ricerca europei più prestigiosi.

Amgen Scholars è un’iniziativa che, ogni anno, offre a 75 studenti universitari di tutta Europa, e a centinaia di studenti in tutto il mondo, il privilegio di inserirsi in prestigiosi team internazionali per immergersi in un contesto sperimentale di altissimo livello. Grazie a questa opportunità gli studenti potranno confrontarsi sugli aspetti concreti che animano la ricerca scientifica.

 

L’inserimento in gruppi di lavoro di alto profilo consentirà ai giovani talenti di comprendere concretamente il significato della “sperimentazione”.

Lo sguardo di Amgen è da sempre rivolto all’innovazione e siamo convinti che dare spazio ai nuovi talenti nella ricerca scientifica sia fondamentale per la crescita del paese e per il suo futuro”,  ha dichiarato l’amministratore delegato di Amgen in Italia Soren Giese. “Per questo Amgen Scholars offre agli studenti universitari più meritevoli l’opportunità di accedere a esperienze di ricerca d’avanguardia presso alcuni tra i maggiori atenei d’Europa, confrontandosi direttamente con i più promettenti progressi dell’innovazione nelle biotecnologie, un settore particolarmente dinamico e in grado di attrarre giovani preparati e qualificati”.

L’Italia si colloca tra i primi cinque Paesi in Europa per numero di candidature al programma: negli ultimi due anni sono state circa 100 le domande degli studenti italiani e 30 i giovani talenti del nostro Paese che, a partire dal 2009, hanno potuto prendere parte al progetto nelle più prestigiose Università europee; a questi vanno aggiunti due studenti che hanno partecipato al programma presso istituti in Giappone.

In tutto il mondo sono 24 le Università cui il programma Amgen Scholars ha destinato nel corso di oltre 16 anni 74 milioni di dollari: tra questi atenei l’Harvard University di Cambridge (Massachusetts), il National Institutes of Health di Bethesda (Maryland), l’Università di Cambridge e la Stanford University di Stanford (California), o ancora l’University di Melbourne, l’University di Toronto e tante altre.  Tra le Università europee che hanno aderito al progetto figurano istituti che si collocano ai primi posti nella classifica internazionale come l’Università di Cambridge, l’ETH di Zurigo, l’Istituto Pasteur di Parigi, il Karolinska Institutet di Solna (nei pressi di Stoccolma) o la Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco di Baviera.

 

Fonte: Healthdesk.it 

ARTICOLI CORRELATI

tecnologie

Come le Nuove Tecnologie stanno influenzando i progetti di digitalizzazione

L'informatica è in continua evoluzione e non smetterà mai di incorporare nuove tecnologie, linguaggi, concetti e...

cancro

La più grande banca dati dei tumori avvicina le cure su misura

Raccoglie l'identikit genetico di circa 3000 tumori che colpiscono 20 organi la più grande banca dati sul Dna del cancro

A&T

Quarta edizione del Premio Innovazione 4.0 ad A&T di Torino

Più di 100 i concorrenti al Premio che si propone come l’incubatore delle innovazioni che aziende, centri di ricerca, start up...

Pin It on Pinterest

Share This