Analisi FT-NIR per il controllo dell’olio di palma

28 Settembre 2020
olio di palma

L’olio del frutto della palma e l’olio di semi di palma (quest’ultimo detto anche olio di palmisto) sono degli oli vegetali, prevalentemente costituiti da trigliceridi con alte concentrazioni di acidi grassi saturi, ricavati dalle palme da olio.

L’uso dell’olio di palma è cresciuto nel corso della seconda metà del XX secolo, tanto da farlo divenire un ingrediente di uso diffuso dell’industria alimentare, nella quale sono andati a sostituire, per il basso costo e per le sue caratteristiche, altri grassi di uso tradizionale.

 

 

Dal frutto della palma da olio si ricavano olio di palma (ottenuto dal frutto) e olio di palmisto (estratto dai suoi semi): entrambi sono solidi o semi-solidi a temperatura ambiente, ma con un processo di frazionamento si possono separare in componente liquida (olio di palma bifrazionato, usato per la frittura) e solida.

 

Analisi dei frutti di palma

Gli agricoltori vengono pagati in base alla percentuale effettiva del contenuto di olio nei frutti di palma, per cui è essenziale testare il contenuto di olio del raccolto sul posto. Inoltre, alcuni parametri, come il contenuto di umidità, consentono al frantoio di ottimizzare il processo, garantendo una resa maggiore.

 

Analisi dell’olio di palma

L’olio di palma grezzo (CPO) è una materia prima utilizzata in molti prodotti alimentari a base di olio vegetale. Il valore dell’olio dipende da numerosi criteri, tra cui il contenuto di FFA (acidi grassi liberi), l’umidità, le impurità ed il colore. Un altro parametro importante è il deterioramento dell’indice di sbiancamento (DOBI), che è legato alla qualità del frutto, alla sua maturazione e alle condizioni di stoccaggio. Il valore del DOBI indica la facilità di raffinazione dell’olio di palma crudo. Un valore inferiore a 1,8 è sinonimo di scarsa qualità, mentre valori superiori a 3 sono indice di qualità.

 

Analisi FT-NIR lungo la catena di produzione

La tecnologia FT-NIR offre molti vantaggi rispetto alle tecniche chimico-fisiche e cromatografiche classiche: è veloce (tempo di analisi dell’ordine di 1 minuto) e può analizzare più componenti con una sola misura.

olio di palma

Inoltre, è un metodo non distruttivo, non richiede nessuna preparazione del campione e non richiede l’uso di solventi o reagenti. Le misurazioni avvengono quindi in tempo reale, con conseguente risparmio di tempo e di costi.

Può aiutare il produttore a monitorare costantemente la qualità delle merci lungo tutta la catena di produzione – dal controllo delle materie prime in entrata fino al controllo qualità del prodotto finito.

La Bruker Optics offre calibrazioni pronte all’uso per l’industria dell’olio di palma.

Tra i parametri comunemente analizzati tramite spettroscopia FT-NIR troviamo:

  • Grasso, umidità, proteine, fibre e ceneri nel frutto
  • Acidi grassi liberi (FFA), numero di iodio (IV), umidità, umidità ed impurità, DOBI, colore, SMP nell’olio

 

Tutti questi parametri critici possono essere analizzati con un’unica misurazione di circa 30 secondi, con l’analizzatore Tango o MPA II, consentendo un controllo qualità accurato lungo tutta la catena di produzione.

 

Per avere maggiori informazioni clicca qui.

ARTICOLI CORRELATI

Formaggio

Il formaggio del futuro contiene conservanti che fanno bene

Una rassegna del Centro di ricerca CREA, Alimenti e Nutrizione dimostra che è possibile mantenere inalterate le proprietà...

Wine ID

Wine ID, biochimica e data science in soccorso di enologi e vignaioli

Il progetto disciplinare Wine ID coinvolge il laboratorio di enologia Oenolab, facoltà di scienze informatiche e la cantina Franz Haas...

Labozeta

Labozeta in Abruzzo: un polo di ricerca nel campo dei biostimolanti e della nutrizione vegetale

E' da Atessa, un piccolo comune nella Val di Sangro che parte la sfida ambiziosa per efficientare le produzioni agricole...

Pin It on Pinterest

Share This