I fattori più importanti da considerare quando si seleziona una cartuccia per la purificazione in cromatografia flash

5 Aprile 2022
I fattori più importanti da considerare quando si seleziona una cartuccia per la purificazione in cromatografia flash

In cromatografia flash, trovare la cartuccia corretta per la vostra applicazione può essere un compito che richiede un processo lungo e fatto di diverse prove. Ma quali sono i parametri importanti per selezionare la cartuccia ideale per la vostra applicazione?

 

Spesso molti chimici tendono a sentirsi sopraffatti dal numero di cartucce disponibili sul mercato. Per aiutarvi a scoprire la cartuccia più adatta alle vostre esigenze applicative, vorrei citare alcuni dei parametri più importanti delle cartucce per cromatografia flash. Come forse saprete, il successo di una buona purificazione dipende principalmente dalla cartuccia utilizzata.

 

L’importanza di scegliere l’attrezzatura giusta non deve essere sottovalutata. Quando si seleziona una cartuccia, l’attenzione dovrebbe essere focalizzata sul campione e sull’obiettivo della separazione.

Pertanto, i parametri principali da considerare per la selezione della cartuccia sono la fase stazionaria, la forma e le dimensioni delle particelle e la capacità di carico.

 

Lyo Buchi

 

Fase stazionaria – Questo parametro ha un grande impatto sulla cinetica del trasferimento di massa e sulla selettività della purificazione. La scelta del supporto chimico determina quale fase mobile può essere utilizzata con la cartuccia. Esiste un’ampia gamma di fasi stazionarie disponibili, dalla silice all’amminica, diolo o allumina alla fase inversa C-18. La silice, l’allumina e la C-18 sono le fasi stazionarie più comunemente usate nella cromatografia flash.

 

 

Forma delle particelle – Questo fattore influenza l’efficienza della separazione. La forma delle particelle può essere irregolare o sferica. Le particelle sferiche offrono una ridotta contropressione, in modo da poter utilizzare portate maggiori e gradienti più ripidi. Questo a sua volta accelera il processo di purificazione e migliora la produttività. Le particelle sferiche tendono inoltre ad avere una maggiore stabilità meccanica, una maggiore efficienza e una migliore riproducibilità.

 

 

Rotovapor BUCHI

Dimensione delle particelle – Questo parametro influenza l’efficienza e la risoluzione della corsa cromatografica. La dimensione delle particelle viene scelta in base alla complessità del campione. Colonne ad alta efficienza con dimensioni delle particelle più piccole fino a 15 µm determinano picchi più stretti e nitidi. Oltre ad aumentare la purezza del composto, una diminuzione della dimensione delle particelle consente anche una maggiore capacità di carico.
Tuttavia, si deve prestare attenzione a come una risoluzione maggiore può avere un impatto negativo sul tempo della corsa. Potrebbe essere una buona idea utilizzare particelle più piccole di 25 µm solo con fasi mobili a viscosità veramente ridotte altrimenti la portata sarebbe molto bassa. La dimensione tipica delle particelle di un gel di silice è tipicamente di 40-60 µm.

 

 

 

Capacità di carico – Questo fattore consente la selezione in base alla capacità del campione. Un’ampia gamma di capacità di carico consente di purificare su qualsiasi scala. Questa facile scalabilità aiuta a risparmiare denaro e risorse offrendo la possibilità di caricare più campione o di scegliere cartucce più piccole.

 

 

Nonostante la familiarità con i parametri importanti per la selezione delle cartucce, il tradizionale processo decisionale quando si sceglie una cartuccia potrebbe essere piuttosto noioso. In genere, gli scienziati fanno riferimento ad un catalogo o ad un sito web e dedicano tempo prezioso alla ricerca delle loro opzioni prima di scegliere una cartuccia.

Oggi, Büchi ha uno strumento che può aiutare i cromatografi a navigare nel labirinto delle cartucce e trovare rapidamente la cartuccia giusta per la loro applicazione.

 

FlashPure Scout è un’applicazione web che permette una facile selezione delle cartucce. Lo strumento analizza i diversi passaggi che dovrete considerare quando scegliete la vostra colonna. FlashPure Scout vi guiderà poi verso la cartuccia più adatta alle vostre esigenze in base ad una serie di criteri di selezione.

 

Pure BUCHILo strumento funge anche da tutor, con consigli di esperti su come ottimizzare ogni parametro della cartuccia, che può farvi risparmiare tempo dal dover fare riferimento ad altre fonti per ulteriori informazioni.
Se avete già una cartuccia FlashPure, allora potete contare su FlashPure Scout per ottenere dettagli tecnici completi su di essa. È quindi possibile utilizzare queste informazioni per l’ottimizzazione del metodo in laboratorio. Tutto sommato, potete essere sicuri di utilizzare un approccio veloce per scegliere la vostra colonna ideale.

 

 

 

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Nuove molecole farmaceutiche dalla chimica in piccole gocce

Nuove molecole farmaceutiche dalla chimica in piccole gocce

Un team internazionale di ricercatori ha messo a punto un metodo per produrre e identificare in modo rapido e sostenibile...

nanotecnologie-sei-laboratori-di-ricerca-nel-progetto-delluniversita-bicocca

Nanotecnologie: sei laboratori nel progetto dell'Università Bicocca

Il progetto NanoCosPha, cofinanziato da Regione Lombardia, per sviluppare cosmetici e prodotti per la medicina di precisione innovativi e a...

Bioair

Intervista esclusiva a BioAir

Eugenio Cesana, PM del marchio leader di apparecchiature per il controllo della contaminazione racconta le innovazioni introdotte in risposta alle...

Share This