I robot umanoidi debuttano negli ospedali italiani

25 Gennaio 2019
robot

Parte un test di almeno due anni a San Giovanni Rotondo

 

Pepper controllerà le stanze, avvertendo i medici se ci sono emergenze; R1 ‘dialogherà’ invece con i pazienti per catturarne le emozioni e fare le prime diagnosi: sono i robot umanoidi che in Italia si preparano a entrare negli ospedali. Dopo un primo test presso la Casa Sollievo della Sofferenza di Giovanni Rotondo (Foggia), è al nastro di partenza una sperimentazione di 2-3 anni nello stesso istituto e poi in altri ospedali italiani e francesi.

La ricerca nasce dalla collaborazione dell’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) di Genova, dove è nato R1, con le aziende Konica Minolta, specializzata in intelligenza artificiale, e la giapponese Softbank, produttrice di Pepper. “Abbiamo deciso di provare entrambi i robot perché hanno caratteristiche diverse: R1 è un robot di ricerca, mentre Pepper è già un robot commerciale”, precisa Francesco Puja, del laboratorio di Roma della Konica Minolta.

 

Nel test pilota, condotto fra ottobre e novembre 2018, Pepper è stato impiegato per monitorare le stanze dei pazienti e allertare i medici in caso di pericolo (ad esempio se il malato cadeva dal letto o in bagno), restandovi fino al suo arrivo. R1 invece ha assistito i pazienti nella routine quotidiana, accompagnandoli a fare esami o terapie.

Il robot R1 con il gruppo di ricerca che conduce la sperimentazione (fonte: Konica Minolta Laboratory Europe)

Entrambi i robot hanno le braccia e si muovono su ruote. R1 ha un’intelligenza artificiale che gli permette di interagire con l’uomo, grazie a questa caratteristica, conclude Puja, “sarà utilizzato in ospedale anche per capire le emozioni e lo stato fisico del paziente. Durante l’interazione potrà inoltre raccogliere dati utili per fare una prima diagnosi”.

ARTICOLI CORRELATI

oncologia

Ricercatrice dell’Ateneo premiata al convegno “Young researchers in lung cancer” sul tumore al polmone

Parte un test di almeno due anni a San Giovanni Rotondo   Pepper controllerà le stanze, avvertendo i medici se...

diagnosi oncologiche

Diagnosi oncologiche sempre più precoci grazie all'intelligenza artificiale

Diagnosi oncologiche realizzare un dispositivo medico innovativo e a basso costo per diagnosi sempre più precoci, precise e rapide dei...

pensieri

Il primo sistema che traduce i pensieri in parole

Costruito il primo sistema capace di tradurre i pensieri in parole: 'leggendo nel pensiero' di una persona, può ricostruirne le...

Pin It on Pinterest

Share This