Le analisi del vino con CDR WineLab

18 luglio 2018
CDR

CDR WineLab® è un sistema innovativo per l’analisi del vino, che ottimizza le metodiche tradizionali di analisi, velocizzandole e semplificandole

 

È utilizzabile direttamente in cantina durante tutte le fasi della produzione del vino, dalla vendemmia all’imbottigliamento, anche da chi non ha esperienza nelle tecniche di laboratorio. Con CDR WineLab® non è più necessario affidarsi a laboratori esterni, ma è possibile avere i risultati delle analisi in tempo reale, così da poter prendere tempestivamente le migliori decisioni durante il processo di vinificazione.

 

Come si fanno le analisi del vino con CDR WineLab®?
Effettuare analisi chimiche sul vino e sul mosto è semplice e veloce: si analizza il vino tal quale, mentre per il mosto è necessaria una semplice e rapida preparazione, secondo una metodica ottimizzata da CDR. I reagenti sono pre-infialati e pronti all’uso e non è necessario manipolare agenti tossici o cancerogeni, non c’è bisogno di cappe aspiranti né di lavare i contenitori o la classica vetreria.

Come è fatto:

  • L’analizzatore, a tecnologia fotometrica, dotato di innovativi emettitori LED, con celle di lettura e di incubazione termostatate a 37° C.
  • kit di reagenti a bassa tossicità, pre-infialati, monouso, in confezioni da 10 provette e con stabilità 12 mesi, appositamente sviluppati dal laboratorio di ricerca CDR.
  • Le pipette, che facilitano il corretto prelievo del campione.
  • La funzione Help, che attiva la guida “Step by Step” per semplificare le procedure di analisi.
  • La stampante grafica con cui si stampano immediatamente i risultati delle analisi.

Per analizzare il vino e il mosto durante la vinificazione, CDR WineLab® impiega procedure analitiche e reagenti per la specifica applicazione, messi a punto dai laboratori CDR, che consentono di:

  • rendere la preparazione del campione assente o molto facile e veloce
  • rendere le metodiche analitiche molto rapide e semplici
  • eliminare la necessità di fare complesse procedure di calibrazione.

Inoltre CDR WineLab® permette di abbreviare le procedure analitiche per il controllo della vinificazione perché è dotato di

  • celle di incubazione termostatate
  • funzione multitasking

Queste caratteristiche consentono di eseguire contemporaneamente più analisi sullo stesso campione, oppure 16 determinazioni dello stesso parametro, in batteria, su campioni diversi.

CDR WineLab® può lavorare in modalità Multitasking, così da gestire le determinazioni di diversi parametri analitici contemporaneamente, anche su campioni di vino diversi.

ad esempio la modalità Multitasking ti permette di determinare velocemente il profilo analitico completo di un vino. In 10 minuti si possono determinare, all’interno di una sola sessione analitica:

  • Acido acetico
  • Acido L-malico
  • Acido L-lattico
  • Zuccheri
  • pH
  • Acidità totale
  • SO2 libera
  • SO2 totale
  • Grado alcolico

Quando opera in modalità Multitasking, CDR WineLab® consente di mettere “in background” l’analisi alla quale si sta lavorando ed iniziarne un’altra, con la possibilità di tornare in qualunque momento all’analisi precedente.

 

Fonte: FoodLab

ARTICOLI CORRELATI

laboratorio

Un polo d’eccellenza alla Cereal Docks, realizzati i nuovi laboratori

l nuovo centro, che si trova a pochi passi dalla sede centrale di Camisano Vicentino, è progettato e realizzato da Labozeta Spa...

cannabis

Cannabis - dalla droga illegale alla panacea medica

RETSCH offre un’ampia gamma di mulini da laboratorio adatti ad una preparazione del campione efficiente, efficace e riproducibile, anche in caso di...

microplastiche

Non più solo nei cibi, le microplastiche ora trovate anche nell'uomo

Arriva il primo studio che conferma ufficialmente come le microplastiche rischino di invadere anche il corpo umano.

Pin It on Pinterest

Share This