Primo laboratorio BSL3 ad alto rischio biologico

25 Maggio 2023
BSL3

La nuova struttura BSL3 realizzata in Takis con Teco Italy e Labozeta permetterà di proseguire le ricerche avanzate su agenti patogeni pericolosi in un ambiente idoneo e sicuro, grazie a innovativi sistemi di controllo.

 

L’azienda romana di biotecnologie che ha sede nel polo tecnologico di Castel Romano si dota di strumenti di ultima generazione per isolare e identificare rapidamente gli agenti infettivi.

 

 

La recente pandemia Covid-19 con i suoi 600 milioni di contagi e più di 6 milioni di morti, ha fatto emergere la vulnerabilità delle nostre esistenze. Per questo oggi è diventato ancor più importante essere pronti contro eventuali avversità che potrebbero riaffiorare in maniera drammatica come è già accaduto.

Essere pronti significa soprattutto dotarsi di strumenti importanti attraverso i quali poter lavorare e sperimentare le possibili cure farmacologiche garantendo l’incolumità dei ricercatori. Ecco perché il modulo BSL3 diventa uno strumento fondamentale in questo contesto.

“I laboratori con livello di sicurezza BSL-3 sono progettati per rispondere a queste esigenze più che mai attuali nella ricerca contro le malattie infettive,  precisa Luigi Aurisicchio, CEO della Takis. “Al loro interno, si possono manipolare agenti patogeni ad elevato potere patogenico, alcuni dei quali potenzialmente letali per l’uomo. Questi microrganismi devono essere manipolati in condizioni di massima sicurezza, da personale specializzato e adeguatamente formato.

I laboratori BSL-3  devono anche rispettare determinati requisiti strutturali, come la doppia porta di ingresso, il condizionamento separato, un sistema di aerazione specifico senza ricircolo in altre zone dell’edificio e con filtri HEPA, una pressione interna negativa e la sterilizzazione di abiti e strumenti di lavoro. Rispettando queste procedure, è possibile studiare agenti patogeni pericolosi come il virus Dengue, il batterio della tubercolosi, il virus Chikungunya, SARS-CoV-2 e molti altri, ed è questa l’unica via che ci consentirà di prevenire future pandemie. Conclude Emanuele Marra COO della Takis.

“Il nuovo modulo BSL3 – afferma Giancarlo De Matthaeis, presidente di Labozeta SpA – rappresenta una grande opportunità per il territorio, già sede di aziende e centri di ricerca di eccellenza che hanno dato un contributo fondamentale alla ricerca contro il Covid-19. Questa nuova struttura permetterà alla Takis di proseguire le loro ricerche avanzate in un ambiente idoneo e sicuro, grazie a innovativi sistemi di controllo che rappresentano una fattiva transizione 4.0“.

Va ricordato che proprio nel Tecnopolo di Castel Romano, l’azienda Takis ha già sviluppato un vaccino tutto italiano contro il coronavirus, che è stato oggetto di una sperimentazione clinica anch’essa condotta interamente in Italia. La società ha poi contribuito allo sviluppo di anticorpi monoclonali e test diagnostici, divenendo un attore fondamentale nella lotta alla pandemia a livello internazionale.

L’obiettivo ora è promuovere un nuovo approccio alla ricerca, che tenga conto del rischio di nuove pandemie e della necessità di adottare strategie sempre più efficaci per affrontare possibili pericoli futuri.

 

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Scopri le innovazioni nel mondo dei laboratori alla prima edizione di LAB Italia, il 18 e 19 giugno a Milano

Focus della due giorni, gli sviluppi tecnologici e le innovazioni delle principali aziende attive nell’industria italiana, supportate da un programma...

CellCelector Sartorius

Incucyte® e CellCelector: la combinazione vincente per i tuoi modelli cellulari avanzati

Da Sartorius un’offerta esclusiva per potenziare i risultati della tua ricerca cellulare.

Congresso nazionale SIBS

96° Congresso nazionale SIBS, appuntamento a L'Aquila dal 25 al 28 aprile 2024

Il focus dell'incontro 2024 sarà la biologia sperimentale, con lo sviluppo di tematiche riguardanti le scienze della vita e il...

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 60 Editrice Industriale è associata a:
Anes
Assolombarda

LabWorld

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 59

Se vuoi diventare nostro inserzionista, dai un’occhiata ai nostri servizi.
Scarica il mediakit per maggiori dettagli in merito.

La nostra certificazione CSST WebAuditing

Editrice Industriale è associata a:Anes  Assolombarda