Analisi di mangimi e foraggi tramite spettroscopia FT-NIR

14 Settembre 2020
Foraggi

MANGIMI

Bruker Optics offre una gamma completa di soluzioni FT-NIR per il controllo qualità e la regolazione della formulazione dei mangimi. I campioni possono essere analizzati in pochi secondi, riducendo i tempi di attesa e risparmiando i costi di analisi dei reagenti.
L’analisi in laboratorio o at-line (con gli analizzatori Tango ed MPA II) richiede da parte dell’operatore solo il riempimento di una tazza facile da pulire con il campione solido. I campioni liquidi come oli o melassa possono essere analizzati in fiale monouso con lo stesso spettrometro.

 

La spettroscopia FT-NIR fornisce una soluzione rapida ed efficace per l’analisi delle materie prime e dei mangimi finiti.

 

La spettroscopia FT-NIR offre uno strumento rapido, preciso e non distruttivo per l’analisi di vari tipi di mangimi:

• Mangimi per ruminanti
• Mangimi per pollame
• Mangimi per suini
• Mangimi per cavalli
• Mangimi per animali acquatici

Foraggi

 

In pochi secondi e con un’unica misurazione possono essere determinati i seguenti parametri:

• Umidità
• Grasso
• Proteine
• Fibra
• Ceneri

Parametri più specifici come l’amido ed i minerali sono disponibili su richiesta.

 

FORAGGI

Nella formulazione delle diete, ad esempio per il bestiame da latte, l’obiettivo è quello di massimizzare l’uso dei foraggi e poi aggiungere le sostanze nutritive mancanti con mangimi aggiuntivi, per garantire la migliore qualità del mangime in base alle esigenze dell’animale. Pertanto, un’analisi accurata dei foraggi per il loro contenuto dei nutrienti è essenziale.
Una tipica analisi dei foraggi consiste nella determinazione di molteplici parametri come proteine, fibre, amido, digeribilità, NDF, ADL, ADF, contenuto di ceneri e umidità, nonché parametri energetici calcolati. La spettroscopia FT-NIR consente la rapida determinazione di questi e altri nutrienti nei foraggi umidi e secchi.
Rispetto all’analisi chimica per via umida, la spettroscopia FT-NIR non richiede alcuna competenza tecnica specifica.

 

SCELTA DEL MIGLIOR METODO DI CAMPIONAMENTO
ForaggiLa preparazione del campione sarà diversa a seconda che si voglia analizzare un foraggio umido o secco. Il nuovo MPA II (Multi Purpose Analyzer) viene fornito con diversi accessori per entrambi i tipi di foraggio.

 

Foraggi secchi
L’analisi del foraggio secco viene eseguita mediante essiccazione e macinazione del campione per ottenere una polvere omogenea, che viene facilmente inserita in una tazza da 50 mm di diametro con un fondo in quarzo. La tazza viene ruotata durante la misurazione aumentando l’area di campionamento, in modo da ottenere la massima riproducibilità.

 

Foraggi umidi
La procedura standard di preparazione del campione per il foraggio umido è l’essiccazione e la macinazione del campione. Questa procedura è precisa, ma richiede molto lavoro e parecchio tempo. Inoltre, la composizione può variare a causa della perdita di componenti volatili e delle reazioni chimiche che avvengono durante l’essiccazione.
Tuttavia, il foraggio umido è disomogeneo e per ottenere risultati NIR affidabili, è richiesta un’adeguata manipolazione del campione. Per questo scopo Bruker ha sviluppato per l’MPA II un portacampione rotante extra large, con un diametro di 370 mm ed un peso corrispondente per comprimere i campioni di foraggio. Con esso l’analisi dei foraggi umidi è semplice e non richiede nessuna preparazione del campione.
L’area del campione misurato è 100 volte più grande dell’area di lettura di un campione statico. Consente quindi l’analisi di campioni molto disomogenei in maniera efficiente e con un unico riempimento per analisi.

 

Per avere maggiori informazioni clicca qui

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Spettroscopia NIR e Raman per identificare l’origine dell’olio

Spettroscopia NIR e Raman per identificare l’origine dell’olio

Uno studio di fattibilità sulla combinazione della spettroscopia nel vicino infrarosso e della spettroscopia Raman per...

Analisi FT-NIR

Analisi FT-NIR per la determinazione del contenuto alcolico

L'FT-NIR può essere una risorsa considerevole per ridurre i tempi di analisi del contenuto alcolico per chi produce distillati.

Determinazione del grado alcolico con la distillazione in corrente di vapore

Determinazione del grado alcolico con la distillazione in corrente di vapore

Dal know-how VELP nasce una gamma completa di soluzioni per i test del contenuto alcolico con distillatori in...

Share This