Analisi di Polimeri e Plastiche con la spettroscopia FT-IR

22 Marzo 2021

Un controllo qualità affidabile è essenziale per ottenere prodotti plastici di alta qualità attraverso l’ottimizzazione dei costi di produzione. L’ALPHA II proposto da Bruker, fornisce una soluzione basata sulla spettroscopia FT-IR per efficaci controlli di qualità di routine per le merci in ingresso, per intermedi di produzione e per i prodotti finiti.

Nel caso di un qualsiasi difetto di prodotto, è richiesta un’efficace analisi del problema per comprenderne l’origine. Il miscroscopio FT-IR LUMOS II è un indispensabile strumento per l’analisi degli errori permettendo la determinazione della composizione chimica delle strutture più piccole.

 

Inoltre il LUMOS II è uno strumento prezioso nello sviluppo di nuovi prodotti e nella reverse engineering perché fornisce informazioni sulla composizione chimica dei materiali e dei prodotti su scala micrometrica.

La tecnica IR può essere universalmente utilizzata per l’analisi chimica, indipendentemente dalla forma e composizione del campione:

  • Plastiche
  • Polimeri (Termoplastici, Elastomerici, Gomme)
  • Monomeri
  • Additivi
  • Riempitivi
  • Pellet
  • Polveri
  • Liquidi
  • Fibre
  • Film
  • Parti
  • Laminati
img 1
Fig. 1

Lo spettro IR di qualsiasi campione riflette la sua composizione molecolare – proprio come un’impronta digitale chimica (fig. 1). Sia le componenti chimiche organiche che inorganiche contribuiscono allo spettro. Il metodo IR quindi, è particolarmente adatto all’identificazione sia di composti puri che di materiali complessi. Inoltre è anche possibile la quantificazione di componenti singoli all’interno del materiale analizzato.

Per la maggior parte dei campioni l’analisi FT-IR è eseguita senza preparazione del campione e senza il bisogno di qualsiasi consumabile. I tempi di misura sono generalmente inferiori al minuto.

 

 

 

Perciò, la spettroscopia FT-IR ti permette di risparmiare tempo e costi quando paragonata ai metodi classici di analisi chimica via umida. Gli spettometri proposti da Bruker sono progettati per essere usati molti anni. I nostri strumenti IR utilizzano componenti ottici moderni di elevata qualità caratterizzati da una durabilità molto elevata. Se consideriamo anche un basso consumo energetico, queste caratteristiche straordinarie producono un costo di esercizio veramente basso.

Contattaci per avere maggiori informazioni.

 

 

VAI ALLA SCHEDA DI “BRUKER ITALIA”

 

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

spettroscopia

Sicurezza alimentare: un algoritmo semplifica le procedure di controllo

Moderne tecniche di spettroscopia e machine learning consentono di riconoscere alimenti adulterati e garantire che sulle tavole dei...

analisi

Analisi complete di cereali e derivati: tutto con un unico produttore

Ogni secondo di ogni giorno, cinque nuove vite si aggiungono agli oltre 7,5 miliardi di persone che attualmente abitano il...

Labas

Nasce “Labas”, nuovo laboratorio per le analisi sensoriali dei prodotti alimentari

La struttura si rivolge a soggetti pubblici e privati che potranno svolgere le analisi sensoriali di prodotti alimentari e...

Share This