L’Ospedale Fatebenefratelli-Isola Tiberina di Roma sceglie Alinity

18 gennaio 2018
Alinity

L’Ospedale Fatebenefratelli-Isola Tiberina di Roma è la prima struttura al mondo ad utilizzare Alinity di Abbott

 

L’Ospedale Fatebenefratelli-Isola Tiberina di Roma è la prima struttura sanitaria al mondo ad aver introdotto Alinity, analizzatore di ultima generazione prodotto da Abbott, azienda leader nel settore della diagnostica.

Alinity sarà utilizzato all’interno del Laboratorio di Analisi della struttura, per migliorare la qualità del servizio offerto ai pazienti.

La novità di Abbott fa parte di una famiglia di sistemi unificata e completa, progettata per tutte le principali attività di laboratorio con l’obiettivo di semplificare la diagnostica e aiutare il personale sanitario a fornire risultati accurati e tempestivi, al fine di garantire ai pazienti le migliori nel più breve tempo possibile.

La nuova tecnologia di Alinity garantisce delle prestazioni sanitarie significativamente migliori, con un incremento del 15% delle performance di laboratorio sia per la velocità di refertazione che per l’accuratezza dei risultati.

Alinity Wheel_IT_529x529Marco Longo, Direttore Generale dell’Ospedale Fatebenefratelli all’Isola Tiberina, ha commentato così la novità: “Per il nostro Centro è di fondamentale importanza affrontare e anticipare le sfide del sistema salute, cercando di sfruttare al meglio tutte le opportunità che arrivano dall’innovazione, ricavandone miglioramenti nei processi e nuove opportunità da mettere immediatamente a disposizione dei nostri pazienti e delle strutture sanitarie cui questi afferiscono. Uno sguardo al futuro che manteniamo da sempre e che ben si coniuga con i nostri valori storici per la migliore qualità del servizio al paziente”.

Fabrizio Papa, Responsabile sez. Sierologia dell’Unità di Patologia Clinica, ha spiegato che questa sarà una svolta significativa, poiché “ogni giorno ci troviamo di fronte a una richiesta crescente di test, con un numero sempre più basso di risorse a disposizione: questa nuova strumentazione ci permette di gestire volumi maggiori in maniera più efficace, contribuendo a prevenire gli errori e, al tempo stesso, ottimizzando l’impegno del personale coinvolto”.

“La tecnologia Alinity – ha voluto precisare Luigi Ambrosini, Amministratore Delegato Abbott Diagnostics Italia – è stata specificamente concepita per aumentare l’efficienza dei laboratori analisi, accrescendo allo stesso tempo la qualità dei dati e la precisione dei referti, contribuendo a migliorare il processo decisionale clinico e a fornire le cure più appropriate al paziente. È per noi oggi un onore poter creare una partnership su questo paradigma di innovazione con un ospedale riconosciuto come il Fatebenefratelli all’Isola Tiberina di Roma”.

ARTICOLI CORRELATI

microcosmo

ENEA simulatore smart per coltivare piante nello spazio

ENEA ha brevettato e realizzato presso il Centro Ricerche di Portici il primo “microcosmo” per la coltivazione al chiuso e...

openzone

Partiti i lavori per l'ampliamento di OpenZone

Sono iniziati a Bresso i lavori per l'ampliamento di OpenZone, il campus privato dedicato alle Scienze della Vita creato da...

gsk

GSK: 30 milioni di euro per un nuovo impianto produttivo a Parma

GSK rende noto l'investimento di 30 milioni di euro nel suo sito produttivo di Parma per la produzione di un nuovo ...

Pin It on Pinterest

Share This