Festo: sistema completo con solo 5 componenti

20 Ottobre 2020
Festo

Con soli 5 componenti si può realizzare un sistema di dispensazione a 8 canali a pressione controllata:

1. il regolatore di pressione VEAB;
2. la testa erogatrice VTOI;
3. il modulo di controllo valvola VAEM;
4. un sistema di movimentazione adeguato per lo spostamento della testa di erogazione;
5. un serbatoio.

 

In questo articolo vedremo, quindi, come Festo può aiutarvi a realizzare un sistema Liquid Handling efficace, semplice e preciso.

 

1. Regolatore di pressione VEAB

Il regolatore di pressione VEAB Festo, preciso e silenzio, combina l’innovativa tecnologia piezo-elettrica con la tecnologia di controllo digitale ad anello chiuso. 

Questa caratteristica lo rende interessante per le applicazioni di automazione di laboratorio in cui è richiesto il controllo della pressione o del vuoto per controllo di fluidi supportati dalla pressione.

Il VEAB regola la pressione con portate fino a 20 l/min e rispetto ai regolatori di pressione che utilizzando la tecnologia on/off, offre una regolazione precisa, silenziosa e molto stabile.

Inoltre, l’assenza di parti in movimento nelle valvole piezo-elettriche integrate nei regolatori di pressione garantisce un numero molto alto di cicli di commutazione (≥ 100 milioni).

 

Festo

2. Testa erogatrice VTOI

L’erogazione di liquidi è uno dei processi chiave nell’automazione di laboratorio.

Grazie alla distanza tra gli ugelli di 9 mm, la VTOI è ottimale per i sistemi Liquid Handling. 

La testa erogatrice VTOI con 8 uscite e una singola valvola, permette di dispensare volumi a partire da 1 µl, oltre ad aspirare fluidi.

Una soluzione alternativa è la testa dosatrice VTOE, che consente di configurare il sistema di dosaggio secondo le specifiche tecniche richieste. 

Il modulo VTOE garantisce di scegliere il materiale della membrana e del corpo valvola per garantire la massima compatibilità con liquidi e chimici aggressivi.

 

3. Modulo di controllo valvola VAEM

Il modulo VAEM controlla le elettrovalvole in modo semplice e rapido, oltre a consentire la parametrizzazione, per ogni singolo canale, dei valori di corrente di spunto e di mantenimento così come tutte le costanti di tempo.

Il controllo del modulo può essere fatto tramite un collegamento RS232 o Ethernet, mentre l’Interfaccia grafica a disposizione garantisce la semplice impostazione di tutti i parametri, ed è inoltre possibile la sincronizzazione tramite un segnale di trigger esterno.

Il modulo VAEM è ideale per applicazioni di dosaggio di alta precisione, e la risoluzione di soli 0,2 ms permette di impostare con elevata precisione i volumi erogati.

 

4. Sistema di movimentazione EGSC con azionamento 

I movimenti delle applicazioni verticali nei portali 3D vengono attuati dalla slitta elettrica EGSC, semplice da integrare con altri assi elettrici lineari.

EGSC è un componente reso robusto e preciso con la dalla guida a ricircolo di sfere ed è disponibile in 4 taglie, con corse fino a mm 200.

A completare il sistema troviamo l’azionamento CMMT-ST, soluzione compatto e con web server integrato, soluzione pensata per comandare in modo semplice motori passo-passo e BLDC con Encoder.

Per saperne di più, scaricate la brochure interattiva 👉 Soluzioni Liquid Handling: basta cliccare titoli e immagini! ©

 

 

VISITA L’AZIENDA “FESTO”

 

ARTICOLI CORRELATI

meccanobiologia

La meccanobiologia per la medicina del futuro: nasce il primo centro di ricerca in Italia

Il progetto è promosso dall'Università di Brescia e supportato da Antares Vision e Copan

Festo

Liquid Handling starter kit di Festo

I sistemi di dispensazione a pressione controllata vengono utilizzati ovunque siano richiesti precisione, produttività e affidabilità. Festo offre a chi...

Milano Life Sciences

Al via il 27 novembre la terza edizione di Milano Life Sciences Forum

Nella sua terza edizione, il Milano Life Sciences Forum si trasforma in un evento digitale di tre giorni in diretta...

Pin It on Pinterest

Share This