Monitor della qualità dell’aria personalizzabile

14 Dicembre 2021
Monitor della qualità dell’aria personalizzabile

Un sistema di monitoraggio della qualità dell’aria disponibile in diverse configurazioni con fino a 12 sensori, selezionabili da una lista di oltre 50 referenze, per rispondere alle specifiche esigenze di verifica degli ambienti.

 

Dai siti produttivi alimentari agli ospedali, i requisiti di qualità dell’aria variano notevolmente a seconda degli ambienti specifici. Il sistema AQSafe di Scentroid proposto da SRA Instruments monitora e analizza in continuo la qualità dell’aria indoor ed è completamente personalizzabile in base alle specifiche di misura dei diversi ambienti di impiego.

 

Lo strumento può includere fino a 12 sensori specifici che consentono la misura dei parametri desiderati, scegliendo i sensori delle specie di interesse da una lista di oltre 50 sensori diversi. I sensori rivelano un ampio spettro di elementi dalle polveri (PM 1, 2.5, 10) al rumore, fino alle radiazioni e ai componenti critici quali CO2, O2, VOC, SO2, H2S, Cl2, NH3, O3 ecc. I parametri monitorati sono inoltre integrati dalla registrazione della pressione, della temperatura, dell’umidità relativa e dalle coordinate GPS del punto di campionamento.

AQSafe dispone di un software integrato che consente la rappresentazione grafica dei parametri monitorati, dei dati statistici e dei sistemi di allarme. L’interfaccia indica ogni singola lettura chimica in tempo reale e mostra contemporaneamente i valori di umidità relativa, temperatura e pressione barometrica dell’area campionata.

L’utente può visualizzare e analizzare letture istantanee, media di 1 ora, media di 8 ore, media di 12 ore e media di 24 ore. La piattaforma avanzata SIMS2 (Sensor Information Management Software) espande ulteriormente le capacità dell’interfaccia AQSafe.

 

AQSafe è caratterizzato da un design compatto, facile da installare ed economico da manutenere grazie alla stabilità sul lungo termine di tutti i sensori calibrati e predisposti per una specifica applicazione. Ne citiamo alcune di seguito con le indicazioni dei sensori consigliati per gli impieghi menzionati.

 

Ospedali e spazi critici

AQSafe ha svolto un ruolo chiave nel garantire che gli spazi critici come le sale di isolamento, le sale operatorie, le farmacie e le camere bianche siano al sicuro dalla contaminazione. Il sistema intelligente monitora continuamente tutti i parametri ambientali tra cui pressione, temperatura, umidità, CO2, O2, COV, O3 e particolato nello specifico AQSafe fornisce un monitoraggio continuo di tutte le particelle presenti nell’aria, comprese le gocce d’acqua e gli agenti patogeni fino a 0,3 µm. Per ospedali e spazi critici Scentroid consiglia AQSafe con i sensori: VOCs, CO2, O2-O3, PM2.5-PM10 e pressione.

 

Cibo, frutta e deperibili

Al fine di proteggere con successo il cibo e i prodotti immagazzinati contro la perdita di umidità, la decomposizione e l’invecchiamento, è necessario utilizzare gli strumenti adeguati per regolare la qualità dell’aria. I livelli di ossigeno e azoto, l’anidride carbonica, l’umidità relativa e la temperatura devono essere monitorati e controllati. Per cibo, frutta e altri prodotti deperibili Scentroid consiglia AQSafe dotato dei sensori: C2H4 Etilene, CO2, Solventi Organici E2, TRS e amine, VOCs Totali, temperatura e umidità relativa.

 

Produzione di cannabis

Dalla coltivazione indoor alla raccolta e all’estrazione degli oli, all’essiccazione e alla stagionatura, il processo di coltivazione della cannabis può richiedere più passaggi con requisiti di aria ambiente complessi. La temperatura dell’aria deve essere controllata e devono essere presenti livelli adeguati di CO2 e Ozono. Inoltre per la tutela della salute degli operatori risulta importante il monitoraggio di terpeni emessi dalla pianta in specifiche fasi vegetative. Per la verifica delle diverse fasi della coltivazione della cannabis Scentroid consiglia AQSafe equipaggiato con i sensori: TRS Total Reduced Sulfur Compounds, VOCs, SO2, O3, CO2, temperatura e umidità relativa.

 

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Qualità dell’aria: il sistema di previsione ENEA entra nel consorzio Ue Copernicus

Qualità dell’aria: il sistema di previsione ENEA entra nel consorzio Ue Copernicus

Il sistema ENEA di analisi e previsione dell’inquinamento atmosferico MINNI entra a far parte del consorzio CAMS.

IZSVe e IZSAM Centri di referenza FAO per i coronavirus zoonotici

IZSVe e IZSAM Centri di referenza FAO per i coronavirus zoonotici

Valutata positivamente l’expertise scientifica dei due Istituti italiani, confermati poli di eccellenza per la ricerca biomedica e la sanità veterinaria.

Accordo per la ricerca d'eccellenza in viticoltura ed enologia

Accordo per la ricerca d'eccellenza in viticoltura ed enologia

Fondazione Edmund Mach e Istituto delle Scienze della Vite e del Vino di Bordeaux fanno sinergia per sviluppare la ricerca...

Share This