Seminario “Intelligenza artificiale e diritto. Come regolare un ‘mondo nuovo’”

11 ottobre 2018
Intelligenza

L’evento inaugura il primo ciclo di Seminari “Il Costituzionalismo e le sfide del futuro” dell’Associazione Italiana dei Costituzionalisti

 

Venerdì 12 ottobre, a partire dalle ore 9, nell’Aula dei Filosofi del Palazzo Centrale dell’Ateneo, si terrà il Seminario Intelligenza artificiale e diritto. Come regolare un ‘mondo nuovo’.

L’evento è stato organizzato dal Centro Universitario di Studi Bioeticidell’Università di Parma (University Center for Bioethics – UCB), diretto dal prof. Antonio D’Aloia, in collaborazione con il Centro Studi in Affari Europei e Internazionali (CSEIA), il Dipartimento di Giurisprudenza, StudȋPolitici e Internazionalie l’Associazione Italiana dei Costituzionalisti, che proprio con questo incontro dà avvio al nuovo ciclo di Seminari Il Costituzionalismo e le sfide del futuro.

L’incontro di studio, introdotto dal prof. D’Aloia, si articolerà in due sessioni. In particolare, nella prima saranno oggetto di analisi i profili più generali del dialogo tra intelligenza artificiale e diritto; nella seconda, costituiranno tema di approfondimento le problematiche inerenti a specifiche aree settoriali dell’ordinamento giuridico.

L’intelligenza artificiale, anche combinandosi con le tecnologie informatiche e la genetica, sta ormai delineando i contorni di un ‘mondo nuovo’ e non rappresenta più, semplicemente, un insieme di risorse tecnologiche aggiuntive e avanzate rispetto a quelle già consolidate. Un ‘mondo nuovo’ che contiene e propone interrogativi profondi e inediti, che investono i diversi ambiti della vita sociale e che prefigurano, spesso inquietandoci, scenari nei quali l’idea stessa di identità umana sarà incerta.

Come regolare tutto questo? Quali nuovi strumenti il diritto può o dovrà mettere in campo? Quali principi costruire come cornice della coesistenza sempre più ‘ordinaria’ tra uomo e macchine, posto che, come scrive Laurent Alexandre, l’intelligenza artificiale “non è un problema tecnico preoccupante ma temporaneo, che si risolve in vent’anni e scompare”? O come adattare i principi irrinunciabili del costituzionalismo (eguaglianza, dignità, tutela dei diritti inviolabili dell’uomo) a un contesto divenuto assolutamente imprevedibile, e che solo fino a qualche anno fa avremmo tranquillamente definito come ‘distopico’ o fantascientifico? Infine, che cosa è o cosa può diventare veramente ciò che chiamiamo (a volte indistintamente) AI?

In questo Seminario si proverà a riflettere su queste temi, in una prospettiva necessariamente multidisciplinare, coinvolgendo non solo giuristi di diversa estrazione e provenienza settoriale, ma anche filosofi e scienziati della robotica e dell’AI.

 

Fonte: Università di Parma

ARTICOLI CORRELATI

elettromagnetico

ENEA "cattura" i segnali deboli per nuove applicazioni diagnostiche in campo medico e TLC

ENEA ha brevettato innovativi amplificatori di segnali elettromagnetici deboli che permettono misurazioni di grande precisioneper applicazioni in campo medico

biologia

Il ruolo della Società Italiana di Biologia Sperimentale nel panorama scientifico nazionale ed internazionale

La Società Italiana di Biologia Sperimentale (SIBS), costituita a Napoli nel 1925, è un’associazione scientifica multidisciplinare organizzata in Sezioni locali...

Convegno “giustizia genetica: la banca dati italiana del DNA”

 Il convegno “Giustizia genetica: la Banca Dati italiana del DNA” sarà aperto alle 11 dai saluti del Rettore Paolo Andrei, del Direttore...

Pin It on Pinterest

Share This