Contaminanti alimentari, le nuove regole europee

7 Settembre 2023
Contaminanti alimentari

Le nuove disposizioni disciplinano i tenori massimi negli alimenti relativi a micotossine, tossine vegetali, POPs alogenati – come diossine, PCB e sostanze perfluoroalchiliche -, metalli e altri contaminanti alimentari.

 

Maggiore attenzione ai contaminanti alimentari. Va in questa direzione il nuovo Regolamento UE 915/2023 che ha sostituito il precedente Regolamento (CE) 1881/2006. Le nuove disposizioni disciplinano i tenori massimi negli alimenti relativi a micotossine, tossine vegetali, POPs alogenati – come diossine, PCB e sostanze perfluoroalchiliche -, metalli e altri contaminanti.

 

  • Aflatossine: i livelli massimi di aflatossine si applicano anche agli alimenti trasformati se sono costituiti da almeno l’80% del prodotto corrispondente.
  • Idrocarburi policiclici aromatici (IPA): i livelli massimi di IPA per le polveri di origine vegetale, utilizzate per la preparazione di bevande, non si applicano al caffè istantaneo e al caffè solubile, mentre i livelli massimi di IPA per gli alimenti per bambini si applicano al prodotto pronto all’uso.
  • Melamina: un livello massimo nel latte artificiale liquido per lattanti è aggiunto al livello massimo esistente per la melamina nella latte in polvere per lattanti

 

Contaminanti con livelli massimi stabiliti:

  • Micotossine: Aflatossine B, G e M1, Ocratossina A, Patulina, Deossinivalenolo, Zearalenone, Citrinina, Sclerozi dell’Ergot e Alcaloidi di Ergot.
  • Tossine vegetali: Acido erucico, alcaloidi tropanici, acido cianidrico, alcaloidi pirrolizidinici, alcaloidi dell’oppio, delta-9-tetraidrocannabinolo.
  • Metalli ed elementi: Piombo, Cadmio, Mercurio, Arsenico, Stagno.
  • Inquinanti organici persistenti alogenati: Diossine e PCB, Sostanze perfluoroalchiliche.
  • Contaminanti di processo: IPA, 3-MCPD, Somma di 3-MCPD ed esteri di acidi grassi di 3-MCPD, glicidil esteri degli acidi grassi.
  • Altri contaminanti: Nitrati, Melammina, Perclorato.

 

“I tenori massimi – si legge nella Gazzetta Ufficiale – dovrebbero essere stabiliti a un livello rigoroso che sia ragionevolmente ottenibile attraverso buone pratiche agricole, di pesca e di fabbricazione, tenendo altresì conto dei rischi associati al consumo degli alimenti. Nel caso si profili un rischio sanitario, i tenori massimi dei contaminanti dovrebbero essere stabiliti al livello più basso che si può ragionevolmente ottenere “.

 

Per la tutela della salute dei lattanti e dei bambini nella prima infanzia, che costituiscono un “gruppo vulnerabile”, è altresì opportuno stabilire “tenori massimi ai più bassi livelli ottenibili mediante una selezione rigorosa delle materie prime impiegate per la produzione degli alimenti destinati a tale popolazione unitamente, se del caso, all’adozione di pratiche di fabbricazione specifiche. Tale selezione rigorosa delle materie prime è opportuna anche ai fini della produzione di specifici alimenti immessi sul mercato per il consumatore finale, per i quali è stato stabilito un tenore massimo rigoroso al fine di tutelare le popolazioni vulnerabili”.

 

Tra le novità della norma, c’è anche l’introduzione del divieto di detossificazione, che vieta la detossificazione mediante trattamenti chimici.

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

cibi ultra-processati

Cibi ultra-processati: un nuovo studio svela il legame con cancro, diabete e malattie cardiache

Entrati ormai nelle nostre abitudini alimentari, i cibi ultra-processati possono avere effetti negativi sulla salute. La conferma arriva da una...

Kiepe Electric - Detergenti enzimatici - allergeni alimentari

I detergenti enzimatici per una rimozione efficace degli allergeni alimentari

Kiepe Electric SpA propone l’innovativo detergente enzimatico DD4124/DD4146, un prodotto 2 in 1 che pulisce a fondo, sgrassa e igienizza...

dieta mediterranea

Alimentazione, dalla dieta mediterranea benefici anche per l'ambiente

La dieta mediterranea non rappresenta solo uno stile di vita sano, ma è anche un modello alimentare "sostenibile", con "benefici...

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 60 Editrice Industriale è associata a:
Anes
Assolombarda
Iscriviti alla Newsletter

LabWorld

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 59

Se vuoi diventare nostro inserzionista, dai un’occhiata ai nostri servizi.
Scarica il mediakit per maggiori dettagli in merito.

La nostra certificazione CSST WebAuditing

Editrice Industriale è associata a:Anes  Assolombarda

Iscriviti alla Newsletter